Archivi tag: wheatus

BUSTED Pigs Can Fly Tour @The 02, Londra 28-05-16

Di Ilaria Collautti, con la partecipazione di Giorgio Molfese

busted_778x436Come ci si sente a realizzare un sogno?
Credo che tutti voi conosciate i Busted, e se non li conoscete vi consiglio di informarvi. Boyband (ma di quelle che suonano) dei primi anni 2000, due studio album pubblicati, canzoni che sono diventate degli anthem per la nostra generazione come “Crashed the wedding”, “Year 3000” e “Air hostess”, e poi – nel 2005 – l’annuncio del break up.
Era una di quelle band che pensavo non avrei mai visto, dato che all’epoca dello scioglimento avevo 13 anni e non c’era stata nessuna data nel nostro paese.
Ma poi – dopo mesi di rumors e speranze – a fine 2015 James Bourne, Matt Willis e l’attesissimo Charlie Simpson hanno annunciato la reunion, accompagnata da un tour nelle arene della Gran Bretagna.
Ovviamente io e Gio non potevamo mancare. Continua a leggere BUSTED Pigs Can Fly Tour @The 02, Londra 28-05-16

Record Stories: Chelli

396981_10201609725346352_515833018_nEbbene, lo ammetto: sono un’accumulatrice seriale di CD. Mi piace comprarli più che comprare i vestiti (forse perché mi calzano meglio), mi piace guardarli, mi piace riporli in ordine alfabetico, mi piace farli autografare, mi piace leggere i nomi di tutti quegli sconosciuti nei ringraziamenti. Sapete quante band ho conosciuto leggendo i ringraziamenti? Probabilmente solo gli Allister e i Cartel, scusate se è poco. Ogni volta che vado in una città straniera la prima cosa che cerco non è un hotel ma un negozio di dischi usati. Se questo è un crimine allora mi merito 666 ergastoli. Continua a leggere Record Stories: Chelli

SPECIALE: Past VS Now

Di Chelli e Eli

Siccome non siamo veramente persone creative e nemmeno ci chiudiamo in una stanza finché non ci viene un’idea creativa, questo articoloprende ispirazione da un articolo pubblicato su aux.tv che metteva a confrontofotografie presente-passato di alcuni artisti pop punk.
Noi ovviamente non ci limiteremo a fare la stessa cosa, prendendo in giro lostatus di salute (fisica e mentale) di Deryck Whibley e concludendo in grande stile che Jordan Pundik assomiglia a Tarantino: proporremo qualcosa di più simile a “Meteore” parlandovi di un po’ di teen idols dei nostri tempi e descrivendovi in che direzione sono andate le loro vite oltre la propria band in un’escalation di nostalgia, sorpresa e curiosità.
ma soprattutto non c’è proprio niente da ridere. Continua a leggere SPECIALE: Past VS Now