Archivi tag: pink floyd

“The Endless River” by Pink Floyd

Pink_FloydDi Leonardo Passari

Sono anzitutto onorato di poter raccontare l’ultima fatica della più grandiosa band della storia della musica. L’ultimo salto nel vuoto, l’ultimo viaggio musicale negli angoli più remoti e bui del cosmo a venti anni di distanza da “The Division Bell” e a più di quaranta da “The Dark Side Of The Moon”. Ci sarebbero libri e libri di parole che mai risulterebbero noiose per spiegare quello che sono stati iPink Floyd a partire dal 1967, cambiando tre o quattro volte leadership, rinnovandosi continuamente senza mai perdere nulla, senza mai disonorare il loro nome e quello di chi questa band l’ha resa grande nel tempo, da Syd Barret, passando per l’uscita di Roger Waters fino all’ultima morte del leader silenzioso Richard Wright.

Rimangono ora solo David Gilmour e Nick Mason, con l’ardua impresa di tenere alta la bandiera e il peso che il loro nome comporta, a rispolverare vecchie melodie di Richard Wright di vent’anni fa e farle proprie di questi anni, portando sempre qualcosa all’avanguardia, cioè guardando avanti come i Pink Floyd hanno sempre fatto.

 

A guardare avanti c’è sempre qualcosa da scoprire, c’è l’infinito, un fiume infinito che da il nome all’album e che nell’artwork prende le forme di una distesa di nuvole percorsa da un uomo in barca in una scena tra il biblico e il romantico, sullo stile del “Viandante sul mare di nebbia” di Friedrich.

L’album è diviso in quattro lunghe sezioni prettamente strumentali con pochissime eccezioni, in cui – caratteristica tipica di quasi ogni composizione dei Pink Floyd – è impossibile scindere ogni canzone dalla successiva, nonostante molti pezzi abbiano una lunghezza che spesso non supera i due minuti. Continua a leggere “The Endless River” by Pink Floyd

Annunci

“This Is All Yours” by Alt-J

di Leonardo Passari

alt-J-This-Is-All-Yours-Coloured-VinylC’è chi ha amici pop punk, chi ha amici megametal (cit.) e chi non ha amici, cioè io. No, scherzo, qualche amichetto l’ho avuto tra le elementari e le medie e ascoltava o Alternative, o Indie, o Experimental o quello che volete (è per questo che io ho tutta la roba strana di aim). Questa volta mi sono toccati (anzi, me li sono scelti) gli Alt-J, una band da rispettare a mani basse qualunque cosa si ascolti perché fanno qualcosa che è a metà tra la preistoria e l’iphone 7. I Pink Floyd nell’era tecnologica avrebbero creato sicuramente qualcosa di simile. Continua a leggere “This Is All Yours” by Alt-J

Stephen Hawking sarà guest vocalist sul nuovo album dei Pink Floyd

Stephen Hawking doing guest vocals on the new Pink Floyd albumIl cosmologo Stephen Hawking è stato confermato come guest vocalist in una canzone del nuovo album dei Pink Floyd, intitolata… Talkin’ Hawkin’, in cui presterà la sua voce artificiale come già avvenuto nel 1994 per l’album “Division Bell”. Il nuovo album della storica band britannica si chiama “The Endless River” ed uscirà il 10 novembre.

SPECIALE: La musica nella Cerimonia di Apertura di Londra 2012.

Di Mavi Mazzolini

“God Save The Queen” e che nessuno se ne dimentichi. Le Olimpiadi di Londra 2012 possono essere piaciute o meno: a parte che se non ti sono piaciute hai degli evidenti problemi (sì, Federica “ho preferito quelle di Pechino” Pellegrini, dico anche a te, che quando non ti alleni dovresti raccattare un po’ di raziocinio in giro), a rendere magnificente questa cerimonia d’apertura  ha contribuito anche il ruolo portante che ha ricoperto la musica. Considerato che questa cerimonia è all’opposto rispetto a quella delle precedenti Olimpiadi, poiché basata su un piano tutto emozionale rispetto ai rigidi schematismi pechinesi, la musica ha avuto un ruolo portante, finalizzata ad entusiasmare e magnetizzare il pubblico di tutto il Mondo al piccolo schermo. E direi che Danny Boyle, regista della Cerimonia, c’è riuscito alla grande. Continua a leggere SPECIALE: La musica nella Cerimonia di Apertura di Londra 2012.