Archivi tag: idioti

VIPP FEST: Well Planned Attack

vippMancano ormai poche ore al Vicenza Pop Punk (almost) Winter Fest e finalmente abbiamo avuto l’onore di parlare anche con la rinomata band di ritardatari, ritardati e ignoranti conosciuta come Well Planned Attack. Ecco qua sotto cosa ci hanno detto!

wpa

Visto che il fest è a Vicenza, cosa ne pensate dei gatti?
Fabio: Meglio magnagatti che veronesi. Ho Vicenza nel cuore. Non si può dire altro.
Nas: Non vedo l’ora che sia il 25 che mia nonna per la cena di Natale in famiglia fa uno spezzatino buonissimo.
Julien: I gatti tecnicamente sono creature demoniache, ma sono pur sempre esseri indipendenti che badano agli affari loro. Non vedo perché mangiarli, vero Vicenza? SPIETATI.
Manuel: sono la cosa migliore esistente su questo pianeta!

Se doveste creare uno slogan per invogliare la gente a venire, cosa direste?
Fabio:  Veniteci a scaldare che poi andiamo in Russia e dobbiamo essere già caldi per le calde..coraggio!
Nas: “Venite al Vicenza Pop-punk winter fest che poi domenica andiamo tutti assieme da Taco Kid”, o anche “ViPP Winter fest: zero figa garantito!” con la faccia di Tigro dei Frosties che fa ok con la zampa.
Julien: “Pop Punk’s not dead” e questo è solo grazie alla voglia di ragazzi volenterosi che si fanno in quattro per organizzare queste serate. Mi capita spesso di stupirmi dato che per la stra grande maggioranza si tratta di ragazzi più giovani di noi, vederli con tanto entusiasmo e tenacia mi fa pensare a quanto effettivamente io abbia cazzeggiato in quegli anni anziché darmi da fare e promuovere eventi del genere. Chapeau
Manuel: si (il piccolo tommy è quell’handicapped che chiama Tigro la tigre dei frosties confondendolo con quello di winnie the pooh)

Presentate la vostra band in 140 caratteri esatti
Fabio:  boh non saprei ancora che dire..suono con la band da poco ma sicuramente questa storia della musica proprio non mi convince..Nas mi ha chiesto se volevo tornare a suonare dopo aver condiviso con lui un progetto precedente e ho accettato subito.. considerando le problematiche degli elementi in questione un po’ di beneficenza fa sempre bene a tutti..
Nas: mi rifiuto di rispondere a questa domanda.
Julien: Quattro ragazzi che dal 2012 (con qualche variante di formazione) si sono prefissati l’obiettivo di esportare la propria musica al di fuori delle quattro mura di casa. Nonostante tutti gli ostacoli dovuti alla lontananza, in tre anni qualcosa di buono è stato fatto, ma soprattutto la cosa più importante è l’essere riusciti a far divertire qualcuno, forse anche far incazzare qualcuno (senza forse) e a memoria anche aver fatto cantare qualcuno, basta questo.
Manuel: lascio fare ai miei band mates questo sbatty giiiigantesco
Da queste risposte possiamo trarre la conclusione che i WPA non sanno contare

Avete fatto apposta a sostituire Fabio con un altro Fabio?
Fabio:  Temo di si
Nas: Certamente, soltanto un altro Fabio poteva essere all’altezza di quel delinquente.
Julien: L’idea originale era quella di fare una cosa alla Paul Mccartney, abbiamo vagliato l’ipotesi di finanziare un trattamento chirurgico specializzato per il nuovo Fabio con tanto di vacanza trimestrale annessa in Trentino per renderlo quanto più possibile assomigliante al vecchio Fabio, ma alla fine ci siamo accorti che il nuovo Fabio è già perfetto così com’è.
Manuel: personalmente ho notato la presenza di un cromosoma in più anche in questo Fabio..come lasciarsi scappare un’occasione cosi?? #handicapped

Meglio il vecchio o il nuovo Fabio?
Fabio:  Comunque sia meglio Fabio………..
Nas: Il nuovo Fabio, che di professione fa il cuoco, fa concorrenza a mia nonna in quanto a spezzatino di gatto. Quindi decisamente il nuovo Fabio.
Julien: Sono un po’ di parte su questa domanda (di merda). Assieme al buon vecchio Sergio eravamo rimasti da qualche tempo i membri “originals” del terzetto Wpa (Sergio della Gleba’s band) che ha messo piede per la prima volta in sala prove, e assieme a lui ne abbiamo passate tante, però devo dire che allo stesso tempo mi sono già affezionato molto al nuovo Fabio, il quale ha portato una ventata di umiltà e voglia di fare bene all’interno del gruppo. Sono davvero contento che lui sia parte di questo progetto, perché lo trovo una persona seria, professionale e con cui, oltre alle solite cazzate, ogni tanto si possa anche formulare qualche pensiero ragionato.
Manuel: si

A Vicenza suonerete per ultimi, non potrete usare la vostra tattica di non suonare ultimi per potersi spaccare ammerda durante la serata, come affronterete questo dramma?
Fabio:  che si suoni prima o dopo l’importante è caricare subito il furgone con tutte le nostre cose..I precedenti insegnano.
Nas: Il problema in questo caso è l’alcol, ma chi ci conosce sa che non ci facciamo intimidire da questi inconvenienti: invece di bere, ci drogheremo fino all’overdose.
Julien: Non è un dramma perché personalmente il mio obiettivo della serata sarà conoscere di persona quel matto di Gabriele Mancini e tutti gli altri ragazzi che si faranno un bel po’ di chilometri per partecipare a questa serata. Ovviamente una birretta (facciamo anche due) tutti assieme pre o post concerto sarà di dovere offerta dalla casa Wpa.
Manuel: male

A gennaio andrete in tour in Russia, riuscirete a conciarvi male quanto avete fatto in Giappone anche a svariati gradi sotto zero?
Fabio: conoscendoli in Giappone si saranno fatti del male.. riguardo al freddo: in Russia c’è la vodka che scalda parecchio..dicono.. e poi c’è un calore tutto particolare a forma di tubero..
Nas: In un ambiente così freddo sarà necessario spaccarsi almeno il doppio per mantenere la temperatura corporea sufficientemente alta ed evitare il congelamento dei nostri peni. C’è però da dire che, essendo in Russia, non sarà facile fare i matti senza rischiare di finire in prigione. Comunque andrà, cercheremo di fare del nostro meglio.
Julien: Io ho la sensazione che Putin non ci perdonerà certi comportamenti e che anzi qualcuno di noi, che già per poco non rischiava di allungare la propria permanenza in Giappone, dovrà prepararsi mentalmente per rimanere qualche settimana in più in Russia, e speriamo non come prigioniero politico. Dopo lo slogan “Marò liberi” può essere che ne arrivi anche qualcuno di nuovo per quei quattro celebrolesi italiani trovati nudi sotto il Cremlino.
Manuel: si

Nel nome del fest c’è ‘(almost) winter’, qual è la vostra canzone invernale preferita con almost nel titolo?
Fabio:  odio le canzoni invernali o natalizie. A me piace l’ estate..infatti andiamo in tour in russia a gennaio..e tutto ciò non fa una piega.
Nas: Ho anche cercato nella mia libreria iTunes e pare io non conosca alcuna canzone il cui titolo contenga “Almost”.
Julien: Non credo c’entri nulla con l’inverno, ma la parola “Almost” mi rimanda ad una canzone dei Mest, tra l’altro portatami alla luce dal buon Scara, che per mesi e mesi ho ascoltato in loop. Il tutto mi rimanda ad un bel “Wpa moment” perché al concerto dei Mest al Voodo Club c’è stata la scintilla che ha fatto scattare quel qualcosa che poi ha portato alla realizzazione dell’ep “There’s I in Win”…… Forse la paura di essere accoltellati dal buon, ma non troppo buon, Tony Lovato.
Manuel: No

Fedez risolleverà il pop punk?
Fabio:  certo..Fedez risolleverà tutto il rock..
Nas: Non lo so, ma speriamo porti un po’ di figa.
Julien: Sono un fan di Xfactor, ho trovato questa edizione di buon livello, ma non credo purtroppo che Fedez da solo possa riportare in auge i fasti dell’era d’oro del pop punk come gli anni 2003-2004. Fedez è tuttavia un’artista che rispetto molto, oltre per i contenuti da lui riportati all’attenzione che ritengo di buon livello, credo che abbia di base un valido background di musica di vario tipo, e non passa certo inosservato il suo essere cresciuto con i Blink in loop come tutti noi vigliacchi.
Manuel:  no

Se diventaste famosi, quale sarebbe il primo membro della band ad imbrattare i muri degli hotel di feci?
Fabio: non ho mai letto da nessuna parte che membri di band famose abbiano defecato sui muri dell’hotel..non vedo perché dovrei farlo io..
Nas: Senza dubbio, dopo averlo visto strusciare il proprio pene sulla schiena di una ragazza al Vidia, punto tutto su Manuel.
Julien: Credo sarebbe una bella gara, ma io ho già i miei due cavalli di battaglia su cui punterei tutto Ci vediamo sabatooo!!
Manuel: si