Archivi tag: facebook

Playlist: Facebook ha detto che è il giorno degli amicy

cropped-yeaaah.pngI video di Facebook sono imbarazzanti e tirano sempre fuori cose che nessuno si aspetterebbe mai di rivedere (le magie dell’internet).
Come per tutti i pop punk kids, per noi gli amicy sono importanti quasi quanto la pizza (ma meno dei discorsi filosofici sulle uova).
Il succo di frutta del discorso è che abbiamo fatto una playlist con gli anthem dell’amicizia (in cui paradossalmente non ci sono i The Anthem perché sono evidentemente soli e senza amici, bu!).
Guardatevela qua sotto e cantate i vostri lungs out!
Continua a leggere Playlist: Facebook ha detto che è il giorno degli amicy

Annunci

#25 Lasciate dormire Billie Joe che fa rima con marò.

Tre tipi di persone popolano l’internet:
quelli che contribuiscono a rendere contenuti insulsi supervirali, quelli che si lamentano della viralità di tali contenuti e quelli che se ne sbattono il cazzo. Continua a leggere #25 Lasciate dormire Billie Joe che fa rima con marò.

Seven Years, proprio come dicevano i Saosin

Di Sara Cavazzini

So_wrong_its_rightSono passati sette anni (e un giorno, perché ovviamente io arrivo sempre in ritardo) da quando è uscito So Wrong It’s Right degli All Time Low. Probabilmente sette anni fa pochi dei fan attuali degli All Time Low li conoscevano. Sette anni fa erano gli All Time Low quelli di cui si diceva che volessero solo copiare qualcuno, che non fossero abbastanza punk per un genere, ma neanche abbastanza pop per quell’ altro, e nemmeno abbastanza grandi per essere presi sul serio, si attaccavano a gente più grande di loro solo per avere più visibilità, e poi insomma guardate quei capelli sono solo degli emo con delle belle facce mica fanno musica bella. E noi contro il popolo di quelli oggi conosciuti come ‘30something’ combattevamo per tenere alto l’onore della nostra band preferita; la parte divertente è pensare che adesso siano certi fan degli All Time Low a dire le stesse cose di altre band. Chi li conosceva sette anni fa non andava in giro urlando ‘Don’t fuck the burrito’ o cercando di inculcare la dottrina ‘jalex’, a quei tempi la cosa migliore che ricordo sono le interviste idiote sulla macchina di buzznet (e se ve le siete perse andate a vederle perché sono la cosa più divertente del mondo). Continua a leggere Seven Years, proprio come dicevano i Saosin

Le 10 Cose Che Faresti Meglio A Non Fare Per Promuovere Online La Tua Band

resized_creepy-willy-wonka-meme-generator-you-enjoy-annoying-people-with-this-i-bet-everyone-loves-you-6335dbÈ ormai risaputo che l’internet è uno strumento molto amichevole per le giovani band che vogliono procurarsi visibilità e cominciare a suonare in posti più allettanti del baretto all’angolo del Gigi, l’amico dello zio e con band un po’ più famose dei Jss4vr dell’oratorio. 
Ma allora perché le visualizzazioni non aumentano e nessuno vi ha ancora chiamato per aprire al festival organizzato dagli amici nella periferia di milano? Perché quel contest basato sul conteggio dei mi piace non riuscite proprio a vincerlo anche se siete esteticamente gradevoli e la vostra canzone spacca? Continua a leggere Le 10 Cose Che Faresti Meglio A Non Fare Per Promuovere Online La Tua Band

Le band ai tempi di Facebook

Avete mai pensato che una determinata band fosse composta da persone serie e musone per poi scoprire che in realtà sono gente alla mano e simpatica?

Ponendo particolarmente attenzione alle “Informazioni” delle pagine Facebook delle band ci siamo ritrovate davanti a biografie mattacchione, interessi singolari e descrizioni ironiche che ci hanno fatto pensare “dai, ma alla fine loro sono uno di noi!”

Solo ed esclusivamente per il vostro (e nostro) personale diletto, vi riporteremo qui sotto alcuni esempi di ciò che vi ho appena detto: Continua a leggere Le band ai tempi di Facebook

RIP Chi Cheng.

Chi Cheng

Chi Cheng, bassista dei Deftones, è deceduto questo Sabato. Il 42enne era in un coma di semi coscienza dal 2008, quando fu coinvolto in un incidente stradale a Santa Clara (California) mentre si trovava in macchina con la sorella, uscita illesa. Dal 2009 l’uomo aveva iniziato a fare progressi, tanto da uscire dallo stato di coma vero e proprio e riacquistare l’uso delle gambe.

Continua a leggere RIP Chi Cheng.