Archivi tag: emergenti

TOP 10: Dieci dischi in free download – Ottobre ’15

Oh-Yes-its-FREE-L’era dei social media è bella perché la musica è più accessibile. A cosa servono i Mick Jagger e i John Lennon quando possiamo avere gratis i dischi di band sconosciute che tra pochi mesi si scioglieranno perché non hanno nemmeno i soldi per comprarsi le ciabatte? Continua a leggere TOP 10: Dieci dischi in free download – Ottobre ’15

Annunci

27# “Album Scialbo” by La Maggior Parte delle Band Insistenti che alla Fine non Recensiamo

di #nazichelli

bu
Io non volevo fare la recensione di questo disco perché non ho niente di carino da dire a riguardo solo che i musicisti che l’hanno scritto e registrato volevano a tutti i costi una recensione.
Perciò vi dico di non ascoltarlo, che è una perdita di tempo.
Vi dico che è un disco banale, che non ha niente di particolare che possa spingere un orecchio allenato a parlarne nè bene nè male.
Sa di avanzi del giorno prima, quelli che mangi solo perché ti dispiace buttarli via… tipo la cotoletta impanata con le patate al forno: eri superfelice di mangiarla ieri, oggi invece…
Certo non ti fa schifo perché è una semplice cotoletta con delle semplici patate al forno, però non ti regala nessuna emozione.

voto: vai a scrivere pezzi belli e a suonarli bene invece di perdere il tuo tempo con le webzine che non ti vogliono bene!

Le 10 Cose Che Faresti Meglio A Non Fare Per Promuovere Online La Tua Band

resized_creepy-willy-wonka-meme-generator-you-enjoy-annoying-people-with-this-i-bet-everyone-loves-you-6335dbÈ ormai risaputo che l’internet è uno strumento molto amichevole per le giovani band che vogliono procurarsi visibilità e cominciare a suonare in posti più allettanti del baretto all’angolo del Gigi, l’amico dello zio e con band un po’ più famose dei Jss4vr dell’oratorio. 
Ma allora perché le visualizzazioni non aumentano e nessuno vi ha ancora chiamato per aprire al festival organizzato dagli amici nella periferia di milano? Perché quel contest basato sul conteggio dei mi piace non riuscite proprio a vincerlo anche se siete esteticamente gradevoli e la vostra canzone spacca? Continua a leggere Le 10 Cose Che Faresti Meglio A Non Fare Per Promuovere Online La Tua Band

“Se no vi facevo vedere i capezzoli belli” (cit.) – last day before holiday + 4th n goal + guests @ palazzo granaio 09-12-11

Di Chiara Cislaghi e Michela Rognoni

Se non mi arrivano multe è una cosa bella (cit.) L’entrata doveva essere 5 euro e invece era 10 anche se io non la volevo la consumazione. Prendiamo posto sui divanetti perché sono comodi e manca un sacco di tempo. Tra l’altro non sapevamo che dovessero suonare 4 band! Ad un certo punto iniziano gli Atlantic Tides, il genere non sappiamo definirlo quindi scriveremo che sono metalcore tendente agli Alterbridge.Ovviamente non disponiamo della scaletta e quindi non sappiamo nemmeno una canzone..come non siamo professionali. Va bè, direi di proseguire con la seconda band erano gli Screaming Eyes e noi non siamo assolutamente le persone adatte a parlare del loro genere musicale visto che non ne sappiamo assolutamente niente, però Jeemmee sostiene che suonassero molto bene e che abbiano fatto anche dei pezzi in tempi dispari e noi tipo ci fidiamo. Finalmente possiamo parlare di cose che ci piacciono ovvero i 4th n goal – che superano in kilogrammi i new found glory – loro sono tanto bravi e sono easycore (che sarebbe melodichardcore ma è una parola brutta mentre easycore è più tenero). Ovviamente non abbiamo neanche questa scaletta..però loro hanno un ep che se avessi avuto i $ avrei comprato. Ricordano i Four Year Strong e i Set Your Goals quando ancora facevano musica decente. Il cantante aveva inoltre un fantastico tatuaggio rosso e finto. Comunque ci sono piaciuti un sacco e, siccome non abbiamo niente da fare e teniamo viva la scena, approfondiremo questa conoscenza in un prossimo live.

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/4thngoal?ref=ts

Ad un certo punto molto tardi, finalmente arrivano i Last Day Bifore Holiday che erano fondamentalmente il motivo principale per il quale la Chiara ha rischiato la patente più volte.

Aprono con Breathing, canzone più o meno nuova, con una grandissima energia che verrà mantenuta per tutto il resto della – purtroppo cortissima – set list. In “Clap your hands” – uno dei pezzi più popolari della band – e molte altre canzoni, Jonathan Cook ha evidentemente “creepato” loro il cervello (spiegazione per i comuni mortali: ci sono parecchi inserti elettronici molto festaioli che ricordano le sonorità dei Forever The Sickest Kids). Inoltre ci hanno dato un’idea fondamentale per la nostra perdita di peso: formeremo (per la 9875209432esima volta) una band e faremo quello che fa Danil, ovvero saltare per tutto il palco staccando i jack dagli amplificatori e rompendoci i polsi (è il nostro nuovo idolo per questo). Questo per dire che questi giovanotti sanno tenere il palco molto bene e non ti danno il tempo di annoiarti.Verso la fine della performance il bassista, Falla, confessa di essere così sudato da non riuscire a sfilarsi la maglietta per mostrarci i capezzoli belli. Lo spettacolo si chiude con “Give Up” (altra canzone contaminata da Jonathan ma potevamo anche evitare di dirlo) e con dei ringraziamenti alle poche persone presenti al concerto. Musica come la loro in Italia non la si trova facilmente, quindi non vi conviene lasciarvi scappare altre opportunità di vederli dal vivo! Pagina Facebook: https://www.facebook.com/pages/Last-Day-Before-Holiday/44032022316?sk=app_178091127385