Archivi tag: edonè

Meet Me in the Bathroom: Edoné, Bergamo

di Allaria

L’unica rubrica che recensisce le toilettes dei locali e che avvisa se vale la pena sceglierli come lochescio per i propri mirror-selfie da poser.

Continua a leggere Meet Me in the Bathroom: Edoné, Bergamo

DRUNKEN REPORT (da sobri): H2O @ Edonè, Bergamo 06-07-16

Disclaimer: Se sei fan degli H2O e vuoi sapere realmente come sia andato il concerto non leggere questo articolo. Come al solito, è tutto a caso.

13179406_10205948084173493_7547370736582090495_n.jpg
Se un mercoledì sera mentre stai cenando ricevi un messaggio che dice di andare a caso a vedere gli H2O la sera stessa che fai, dici di no?
Ecco perché mi sono ritrovata a Bergamo ad un concerto a cui, in condizioni normali, non sarei mai andata.
Tra l’altro non è neanche la prima volta che mi ritrovo a caso ad un concerto degli H2O.

Il posto è bello, ci sono le lucine, non fa caldo, non ci sono le zanzare.
Chiaramente, visto che è stata una decisione dell’ultimo minuto, siamo arrivati giusto in tempo per gli headliner e ci siamo persi le band di apertura. Non so chi voi foste, ma se state leggendo sappiate che mi spiace, di sicuro siete stati bravissimi.

Passiamo alle cose divertenti: gli H2O salgono sul palco e poco dopo uno dei chitarristi dice “hey ma quella transenna è pericolosa! Toglietela!” e, prima che i suoi compagni di band potessero spiegargli che era per ragioni di sicurezza e forse non era tanto una bella idea, la transenna finisce sul palco.
Si cerca di ripristinare un po’ di ordine sistemando le altre transenne – o meglio, far passare il panico e la paranoia che all’improvviso ha giustamente assalito la sicurezza, e poi non so più cosa sia successo, le transenne non le ho più viste e la gente era pazza (in senso buono eh).

Ci accorgiamo anche che sul palco c’è un bambino con i capelli ossigenati che corre da un parte all’altra e si gasa un sacco: è il figlio di Toby Morse, nonché migliore amico di Matt Skiba (chissà cosa ne pensa di California; chissà se preferisce Matt o Tom nei blink…)
Ad un certo punto prende anche il microfono del padre e dice qualcosa, poi addirittura suona la batteria su Nothing To Prove (avete visto, so anche un titolo, wow) e fonti non rivelabili mi dicono che suona meglio del vero batterista. Inutile dire che ha preso posto di diritto tra le nostre persone preferite nel mondo, bravo!

Vi sarà chiaro che non sono in grado di dirvi come sia stata la band e la setlist e quelle cose lì, ma quello che posso dire è che, nonostante mi sia ritrovata in un posto a caso a vedere una band che non ho mai seguito, questo è stato il concerto più divertente a cui sia stata negli ultimi tempi.
Bravi tutti!

Sara