Archivi categoria: Speciali

#43 Lizzo non vuole che io scriva le recensioni

“Le persone che “vendono i vestiti” e non si confezionano i vestiti da soli dovrebbero essere disoccupate.”

Scommetto che ci avete messo meno di 5 secondi a capire che questa frase è un’idiozia.
Se recensisci musica però la vita è una giungla e te ne sei sentite dire di ogni. Dai tempi di Frank Zappa che sosteneva che i giornalisti rock non sappiano scrivere a questa astro nascente del pop (che ha ricevuto solo commenti positivi tra l’altro) che peggiora la situazione minacciando la tua posizione lavorativa già precaria nell’era dell’internet.

Continua a leggere #43 Lizzo non vuole che io scriva le recensioni

Annunci

20 anni di Clarity dei Jimmy Eat World

La parola emo è una delle parole più problematiche che abbiamo perché ogni decade, negli ultimi 30, ha avuto uno stile di emo che l’ha definita.

Molti dicono che la musica emo sia iniziata negli anni Ottanta sotto forma di “hardcore emotivo” con band come Embrace e Rites of Spring a farne da padrone, ed è vero.

Tuttavia, l’età d’oro dell’emo è arrivata negli anni Novanta, quando i bordi grezzi di questo genere musicale sono stati levigati con voci e suoni più soft da band come i Sunny Day Real Estate, i Mineral, i Christie Front Drive, ma soprattutto i Jimmy Eat World. Continua a leggere 20 anni di Clarity dei Jimmy Eat World

Top 10: canzoni su cui fare stage diving

Lo stage diving, l’arte di tuffarsi dal palco durante un concerto, è una di quelle tradizioni dei concerti punk che si ama o si odia. Di solito la odia chi sta nelle prime file al centro (per ovvi motivi); la ama chi se ne sta nella tranquillità della parents zone come noi, perché è oggettivamente divertente vedere la gente che si lancia e scoprire se verrà presa o se bacerà il pavimento.

Continua a leggere Top 10: canzoni su cui fare stage diving