Archivi categoria: Premiere ita

PREMIERE: “Sorprenditi” con il nuovo singolo dei Thisage.

di Alessandro Mainini

I Thisage. vengono da Napoli e si definiscono come una band alternative rock, ma le chitarre del loro nuovo singolo Sorprenditi fanno subito venire in mente uno dei gruppi emo più importanti degli ultimi 10 anni, ovvero i The Dangerous Summer.

Continua a leggere PREMIERE: “Sorprenditi” con il nuovo singolo dei Thisage.

Annunci

PREMIERE: conosciamo i The Others con il loro nuovo singolo Hometown

Sono attivi da qualche anno ma non abbiamo ancora sentito parlare di loro: sono i The Others, quartetto pop punk/core di Verona. Oggi ci fanno vedere in esclusiva il videoclip ufficiale di Hometown, primo singolo estratto dal loro EP di debutto Are You Fine Yet?, che uscirà il 24 maggio.

Continua a leggere PREMIERE: conosciamo i The Others con il loro nuovo singolo Hometown

PREMIERE: feels alla Tenda di Modena con “Two O Seventeen” di One Glass Eye

di Alessandro Mainini

Per chi segue l’underground emo-indie italiano, One Glass Eye è ormai un progetto che non ha bisogno di presentazioni. Nato come progetto solista di Francesco Galavotti, voce e chitarra dei Cabrera, si è poi evoluto lentamente in full band nel corso dell’ultimo anno, esplorando una varietà di suoni –molti dei quali malinconicheggianti– sull’ultimo EP Sea You.

Continua a leggere PREMIERE: feels alla Tenda di Modena con “Two O Seventeen” di One Glass Eye

PREMIERE: dream pop incontra shoegaze in “(Coda)”, il nuovo singolo di True Sleeper

di Alessandro Mainini

A lui non piacerà essere catalogato, ma per i fan del RIYL (recommended if you like) mi sento proprio di dire che il nuovo singolo di True Sleeper suona un po’ come se gli Hundredth di Rare prendessero un tranquillante e mettessero in loop la discografia dei Turnover.

Continua a leggere PREMIERE: dream pop incontra shoegaze in “(Coda)”, il nuovo singolo di True Sleeper

AIMExclusive: “Corteccia” dei Wasa è un arsenale di sentimenti

di Alessandro Mainini

I Wasa ne hanno fatta di strada. Come musicisti certamente, ma anche in senso letterale: un funambolico tour li ha portati in estate a girovagare fra terre dai nomi che sembrano usciti da un librogame d’avventura anni ’80 come la Transnistria (potete leggere qui tutte le loro disavventure).

Continua a leggere AIMExclusive: “Corteccia” dei Wasa è un arsenale di sentimenti