end of suffering frank carter

REVIEW: End of Suffering by Frank Carter & The Rattlesnakes

Di Elisa Susini
Il 3 maggio, il gruppo rock inglese Frank Carter & The Rattlesnakes segna il proprio ritorno con l’uscita del terzo disco, End of Suffering (International Death Cult / AWAL) cercando di dimostrare di essere “non solo una band hardcore punk, ma qualcosa in più”.
Le ambizioni di Frank Carter e soci sono ammirevoli e i loro sforzi certamente lodevoli, ma End of Suffering non raggiunge del tutto questi obiettivi così alti perchè alcuni testi suonano come un cliché di frasi rock un po’ riciclate, secondo me.
La performance vocale di Frank resta comunque impeccabile: dall’intro di Kitty Sucker,Supervillain, alle grida in Crowbar.


In End of Suffering meritano molto inoltre le linee di synth, l’ottimo lavoro di batteria e le canzoni che convincono di più sono sicuramente le ballabili Little Devil e Latex Dreams, che fanno brillare Frank, un po’ in versione crooner, un po’ in versione Josh Homme.

Questo disco non è assolutamente un passo indietro rispetto al precedente Modern Ruin, e Frank Carter e i The Rattlesnakes hanno tirato su un lavoro buono, che si lascia ascoltare facilmente ma che non coincide ancora al 100% con le aspirazioni da stadium rock della band.
Voto: 6,5/10

Tracklist
1. Why A Butterfly Can’t Love A Spider

2. Tyrant Lizard King feat. Tom Morello

3. Heartbreaker

4. Crowbar

5. Love Games

6. Anxiety

7. Angel Wings

8. Supervillain

9. Latex Dreams

10. Kitty Sucker

11. Little Devil

12. End Of Suffering

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.