REVIEW: “Empathy” by Edward In Venice

Di Elisa Susini

Empathy, rilasciato il 26 aprile dalla Lockjaw Records, è il nuovo lavoro in studio degli Edward In Venice, band “screaming melodic-hardcore” originaria delle Marche e attiva dal 2011, che arriva a ben 4 anni di distanza da Howler, riuscendo a rappresentare una sorta di definitiva summa del sound punk-rock /hardcore a cui ci avevano abituati in passato, ma che si espande con nuovi strati di chitarre e voci più clean e ricercate.

Empathy è un lavoro che se da un lato conferma la matrice fortemente votata al crossover (dentro riconoscerete di tutto, dalle scorribande pop punk dei Such Gold, a una vena molto Title Fight, a certe fascinazioni figlie dei Propagandhi e compagnia bella), dall’altro riesce ad aggiungere una nuova luce melodica e soft che tiene insieme il tutto.

Seguendo un percorso già battuto da altri, gli Edward In Venice semplificano il proprio armamentario di rabbia con una buona dose di melodia, e addirittura un interlude, ma senza tradire la loro matrice hardcore.

La profondità del primo singolo High Tide, il groove trascinante di Speak Philly, la carica di Blue Whale sono alcuni dei momenti più entusiasmanti di un lavoro che non delude e che dà il via ad un nuovo ciclo per gli Edward In Venice.

Voto: 8/10

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.