Palm Down - Unfamiliar Air in Familiar Places, copertina

REVIEW: “Unfamiliar Air in Familiar Places” by Palm Down

di Elisa Susini

Non è mai semplice trovare le parole giuste per recensire un album d’esordio, ma con il disco di Palm Down le parole arrivano da sole. Unfamiliar Air in Familiar Places è il lavoro con cui si presenta il progetto acustico solista di Francesco Zappia da Roma, che arriva dalla scena punk rock e si ispira a chi, proprio come lui, dal punk rock è passato alla carriera da solista in chiave acustica/folk punk.

L’album, in uscita il 12 aprile, si compone di dieci tracce ed è caratterizzato da sonorità folk-acustiche pulitissime, senza troppo editing e con un risultato che mette in risalto la sincerità e la naturalezza vocale del giovane cantautore e del suo mondo musicale. Alla fine l’essenziale c’è tutto: voce, chitarra e messaggio.

Sin dalla prima traccia del disco, Pros in Cons, da Nosedive o dalla coinvolgente Storm of Feelings si riconoscono subito le influenze musicali di Dave Hause, Dan Andriano e Chuck Ragan; ma quello che cattura molto l’attenzione, sin dai primi ascolti, è anche quel tocco anni ’90 che convince pienamente in ballad come I Swear e I Was Hurt.

Unfamiliar Air in Familiar Places è un disco molto personale che parla di vita di tutti i giorni, di battaglie con il passato e con i propri demoni e lo fa con energia, orecchiabilità e con quella sana dose di malinconia reale che si trascina per tutta la durata dell’ascolto. In un periodo musicale completamente saturo di band e artisti che cercano in tutti i modi di innovare il proprio sound o creare qualcosa di diverso dalla massa, Palm Down ci convince pienamente con un album all’apparenza “minimale” ma che va dritto al sodo e si fa ascoltare con tanto piacere.

Voto: 7.5/10


Palm Down presenterà il suo disco al release show presso lo Snatch Club di Roma il 12 aprile; con lui ci saranno Paper Flowers -il nuovo progetto di Glenn dei Moose Blood– e i Six Impossible Things (informazioni evento). Francesco sarà anche protagonista ai Giardini Luzzati di Genova il 3 maggio (informazioni evento).

Annunci

1 commento su “REVIEW: “Unfamiliar Air in Familiar Places” by Palm Down”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.