20 anni di Clarity dei Jimmy Eat World

La parola emo è una delle parole più problematiche che abbiamo perché ogni decade, negli ultimi 30, ha avuto uno stile di emo che l’ha definita.

Molti dicono che la musica emo sia iniziata negli anni Ottanta sotto forma di “hardcore emotivo” con band come Embrace e Rites of Spring a farne da padrone, ed è vero.

Tuttavia, l’età d’oro dell’emo è arrivata negli anni Novanta, quando i bordi grezzi di questo genere musicale sono stati levigati con voci e suoni più soft da band come i Sunny Day Real Estate, i Mineral, i Christie Front Drive, ma soprattutto i Jimmy Eat World.

Jimmy Eat World. Ne avete mai sentito parlare? Certo che sì. Loro sono la prova che ci vuole solo del tempo ma che pian piano tutto è possibile, anche in un genere musicale di nicchia come questo.

Il successo dei Jimmy Eat World infatti è arrivato con il loro terzo disco, Clarity, che ha festeggiato 20 anni proprio la scorsa settimana, ed è poi aumentato con i lavori successivi.

Clarity esce nel 1999, anticipando di qualche mese altri due capi saldi del genere, Something to Write Home About e American Football (pubblicati per altro lo stesso giorno), è acclamato dalla critica e dai musicisti, ritenuto una sorta di seguito di Pinkerton, amato dai fan e considerato da molti l’album emo per eccellenza. Quando ascolti “On A Sunday” o “Table For Glasses” pensi a chi ti vuole bene; quando ascolti “Lucky Denver Mint” pensi a quanto non sei soddisfatto di quello che hai e ti spaventi anche. “A New Aesthetic” e “Blister” invece ti rendono fiero di aver scoperto questo disco a 15 anni e non nel 2019, quando anni ne hai quasi il doppio. L’accoppiata “Just Watch The Fireworks” e “For Me This Is Heaven” è letale. E “Goodbye Sky Harbor” invece? “Goodbye Sky Harbor” sono i quindici minuti più importanti di sempre; sorridi apprezzandone il sound fantastico, ma allo stesso tempo sei distrutto dentro perché le lyrics picchiano forte.

Un disco ineccepibile sotto ogni aspetto.

Ecco che cos’è la parola emo, una botta di sentimenti contrastanti, messi insieme magicamente grazie alla musica.

E a noi ultraventenni questo lo hanno insegnato i Jimmy Eat World.

Buon compleanno Clarity.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.