Eye-of-the-storm

Review: “Eye of the Storm” by One OK Rock

di Maria Chiara Cerra

Eye of the Storm è il nuovo album della band J-Rock One OK Rock, pubblicato da Fueled by Ramen. Dal precedente album Ambitions uscito nel 2017 molte cose sono cambiate.

Eye of the Storm, la title track, descrive alla perfezione il titolo dell’abum. ‘Drowning in the water against the current / I can barely hold on’ rappresenta questa sensazione di incertezza, sospensione fra aria e terra e come alla fine si riesca a trovare una via di salvezza. Stand Out Fit In lancia un grande messaggio: non omologarti, sii te stesso. Già partendo dal modo di vestirsi: ‘Guess that I don’t dress how they want’ .

Head High è la continuazione ideale della canzone precedente: acquisita la consapevolezza di sé stessi, ora la band invita ad andare a testa alta e non avere paura di provare a volare. Grow Old Die Young invece inizia dando una sensazione di calma e tranquillità ma dopo pochi secondi la voce di Taka esplode. Chi l’ha detto che solo da giovani si può vivere felici? Se il meglio dovesse ancora venire?

Al primo ascolto di Push Back si ha quasi l’impressione di essere catapultati dentro un film di High School Musical. Avete bisogno di un po’ di motivazione? I semplici strumenti tradizionali scompaiono e tra cori e modifiche elettroniche ecco che si torna un pochino Wildcats. La successiva Wasted Nights è particolare anche perché ha un’intro di 10 secondi che riprende un po’ i famosi intro della band: una sorta di preparazione psicologica per la canzone che deve iniziare.

Per descrivere Change, lo stesso Taka aveva affermato che con questa canzone la band poteva essere ribattezzata ”One OK Pop”. Non stupisce quindi che il produttore della canzone, Pete Nappi, sia lo stesso dell’ultimo album dei Thirty Seconds to Mars. Con Letting Go spero di trovare una singola ballad fatta con strumenti più tradizionali ma le mie speranze vanno in frantumi dopo pochi attimi di ascolto: le classiche chitarre sembrano ormai cosa superata.

Detto di Worst in Me che è una canzone che risalta poco all’interno del disco, molto particolare è invece In the Stars feat. Kiiara, l’unica collaborazione dell’album. Taka ha raccontato di avere sentito cantare Kiiara per la prima volta nel 2017 per il concerto in memoria di Chester Bennington e da lì di avere stretto amicizia, creando quindi l’occasione per la nascita della collaborazione.

Giants e Unforgettable sono legate dallo stesso concetto che ogni sacrificio viene compiuto per un fine più alto: nel caos, nella distruzione delle cose che conosciamo, ‘it’s worth the price for a moment that lives on’. Finiamo in bellezza con The Last Time, dove si ripresenta quell’intro che ci dice che forse alla fine qualcosa dei vecchi One OK Rock è rimasto. Non ho altri modi per definirla se non come una canzone visiva: le parole e la musica si modellano in un’accoppiata esplosiva. Chiudi gli occhi e puoi vedere quello che il brano sta descrivendo.

In conclusione posso dire che per chi conosce gli One OK Rock dall’inizio, questa svolta pop è un grande cambiamento. D’altro canto, ogni canzone ha un finale positivo, a testimonianza che si tratta di un album di crescita e speranza. Per descriverlo con una frase: perché non provare a cambiare la propria vita partendo da una canzone? Parola degli One OK Rock.

VOTO: 7.5/ 10


Ricordiamo che gli One OK Rock torneranno il Italia il 23 maggio per un’unica data a Milano! Ecco i dettagli:

23.05.2019 @ Fabrique, Milano
Ingresso: 30€ + prevendita
Evento Facebook 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.