REVIEW: “Persona Non Grata” by Authority Zero

A un solo anno di distanza dal precedente “Broadcasting to the Nations”, gli Authority Zero pubblicano un altro album, questa volta autoprodotto: “Persona Non Grata”.

Il disco è stato registrato a The Blasting Room Studios, prodotto da niente meno che che Bill Stevenson e suona esattamente come un disco degli Authority Zero.

Troviamo quindi un songwriting intelligente e impegnato, con ritornelli che si trasformano in veri e propri slogan da cantare a gran voce; riff semplici e graffianti che sono poi le fondamenta dello skate punk contaminato che è da sempre il cavallo di battaglia della band.

Persona Non Grata è un ottimo disco, non è un capolavoro ma ha i suoi bei momenti, a partire dalla ska-eggiante “A Blind Eye”, ma anche nei pezzi punk più veloci come “Atom Bomb”.

Insomma, è un disco che fa sembrare facile fare punk per 24 anni senza risultare mai banali.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.