boston manor welcome to the neighborhood

REVIEW: “Welcome To The Neighbourhood” by Boston Manor

Di Elisa Susini

Esce il 7 settembre il nuovo album dei Boston Manor intitolato “Welcome To The Neighbourhood”, per Pure Noise Records.

Era solo questione di tempo prima che i Boston Manor abbandonassero la loro comfort zone a metà fra l’emo e il pop punk per inseguire sonorità più dark, cariche di chitarre e atmosfere a metà fra i Deftones e i Nine Inch Nails e lo hanno fatto con quella che è con una produzione spaziale affidata a Mike Sapone, noto per aver prodotto tutti i dischi dei Brand New.


In “Welcome To The Neighbourhood” il quintetto di Blackpool ci racconta come ci si sente a vivere i propri 20 anni nell’Inghilterra di questo momento storico. Quello che ne esce è un quadro molto grigio, rassegnato e carico di rabbia. Nella traccia d’apertura, “Welcome to the Neighbourhood”, accompagnata da un pianoforte in sordina, la voce di Henry Cox fa da introduzione al disco dicendoci “If you could leave you would”. A seguire arriva un’infuriatissima “Flowers In Your Dustbin”, che insieme a “Funeral Party” – un brano incentrato sull’apatia e la pigrizia della nostra generazione – e “If I Can’t Have It, No One Can” – che fa della satira su come viene visto il mondo con gli occhi di chi non ha privilegi – tengono ben alto il concept del disco.

I Boston Manor sono cambiati drasticamente in termini di sound con questo lavoro ma in “Halo” e “Tunnel Vision” troviamo delle reminiscenze di quelle che sono le loro radici musicali, più catchy e melodiche, e sono sicuramente apprezzate.
“Welcome To The Neighbourhood” segna l’inizio di un nuovo percorso della band, cancellando quasi totalmente il passato, per una strada nuova e che funziona, grazie anche alle capacità vocali di Henry, che spiccano notevolmente nelle tracce, ai tanti livelli delle chitarre, e alla bravura di Jordan che tiene la con la sua batteria la spina dorsale del cd. I Boston nell’album che avrebbe dovuto confermarli, non solo ci stupiscono cambiando sound, ma ci azzeccano pienamente nel farlo.
Voto: 8/10

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.