REVIEW: “Kicker” by The Get Up Kids

Di Elisa Susini
Sono passati sette anni da quando i Get Up Kids hanno pubblicato il loro quinto album in studio, There Are Rules (2011), e ora i paladini dell’emo americano sono tornati con Kicker, un EP di quattro canzoni pubblicato tramite Big Scary Monsters.

Con una batteria scandita e delle chitarre pesanti, la traccia di apertura/singolo di testa “Maybe” e “I’m Sorry” – una vera e propria esplosione di chitarre e melodia – ci riportano a quella che era la loro formula anni 90, rivisitata in chiave moderna.
Adesso i The Get Up Kids hanno 40 anni e in queste quattro canzoni riescono a conferire all’EP un nuovo livello di maturità senza perdere però la giusta attitudine.
Ritornelli accattivanti, testi incisivi e la voce inconfondibile di Matt Pryor continuano a stupirci anche in “Better This Way”; mentre “My Own Reflection”, traccia più down-tempo con voci accorate, riesce a chiudere alla grande il cerchio.
Con l’uscita di Kicker la band ha annunciato anche di aver firmato un contratto discografico con Polyvinyl Records e quindi dovrebbe uscire un album completo in data da definire. In un periodo in cui il ritorno delle band di vecchia data finisce sempre con una delusione, è bello vedere che alcune di loro sono ancora sul pezzo.
Voto 9/10
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.