State Champs

Interview with State Champs

di Martina Pedretti

***ENGLISH VERSION AVAILABLE HERE***

In occasione del Galaxy Camp di Zurigo abbiamo fatto qualche domanda agli State Champs riguardo il loro album in uscita, Living Proof. Ecco cosa ne è saltato fuori!

Ciao! Come state, com’è andato il viaggio?

Tyler: Abbastanza bene, questo è il primo giorno che riusciamo a dormire decentemente. Siamo arrivati in Germania un paio di giorni fa ed avevamo un sacco di jet lag.

Evan: Poi è la prima volta che siamo in tour dopo sette mesi. L’ultimo è stato in settembre!

Parliamo del vostro album in uscita tra meno di un mese, Living Proof. Cosa potete raccontarmi? 

T: Non vediamo l’ora! È passato un bel po’ di tempo da quando abbiamo pubblicato un album per intero. Sarà figo suonare dei pezzi nuovi, rivivere la gioia di stare sul palco e tutto quello che comporta essere in tour.

E: C’è da dire che questo album è molto vario. Penso che ci sia qualcosa per tutti quanti. Non vedo l’ora che esca e che tutti lo sentano per la prima volta.

E riguardo al processo creativo? Com’è nato questo disco?

T: Sia in tour che in studio direi. Anzi non molto in tour, abbiamo provato a dedicargli quanto più tempo possibile senza distrazioni. Questo album è diverso dagli altri, abbiamo cercato di ottenere il meglio provando ogni cosa. Abbiamo collaborato con John Feldmann e Alex Gaskarth, ma abbiamo anche scritto metà del disco. Abbiamo provato a far venire fuori la migliore versione degli State Champs.

E: Questa è stata anche la prima volta che ci siamo concessi così tanto tempo per un album. Infatti siamo parecchio agitati. È da ottobre 2016 che stiamo dietro a questi brani e infatti è stranissimo che escano ben due anni dopo!

Comunque i due singoli Dead and Gone e Crystal Ball stanno andando alla grande!

T: Sì, infatti è una gran cosa. Un ottimo inizio direi!

Questo artwork così particolare da dove è nato?

T: Mentirei se non dicessi che Derek stava semplicemente girando su Instagram quando ha trovato questo artista. Ce lo ha proposto e ci è piaciuto subito. Poi quando ci ha girato il lavoro finito eravamo davvero soddisfatti.

Avete scelto voi gli elementi sulla copertina?

E: Possiamo dire che gli oggetti hanno un significato per noi, come vedi c’è la palla di cristallo e poi abbiamo deciso di scrivere il nostro nome in grande e di dividere in due colori il tutto. Sembra quasi una copertina indie rock. Mi piace perché è una ventata di aria fresca.

Se doveste scegliere di parlare di un brano da Living Proof, quale sarebbe e perché?

T: La mia traccia preferita è cambiata spesso, ma se dovessi decidere sceglierei The Fix Up, la nona canzone. Penso sia uno di quei pezzi che le persone sentono la prima volta e pensano: “Wow”. È più lenta e riservata, ma è davvero bella e tosta.

E: Quando abbiamo messo mano su questo brano e Derek ha iniziato a cantarci sopr è diventata una delle mie preferite. Penso che andrà davvero alla grande. Ma la mia preferita è Frozen, la seconda traccia del disco. Questo perché è stata la prima volta che ho suonato qualcosa senza il resto della band. Poi loro hanno preso ciò che avevo fatto e hanno creato qualcosa di reale.

T: Ha un drumbeat davvero interessante, e noi siamo partiti proprio da lì. Questa è stata la prima volta che siamo partiti dalla batteria, di solito si inizia con le chitarre.

E: Questo è il motivo per cui è così speciale per me, è unica nel suo genere. Per me è tra le canzoni più catchy di Living Proof. Il ritornello è divertente, lo adoro. Insomma è difficile sceglierne una sola, anche quando Tyler ha detto The Fix Up ho pensato: “Cavolo c’è anche quella!”

T: Sì, anche Criminal è un brano che spacca. Davvero spacca. Penso che un sacco di persone credano che questo sarà un album pop, ma non è così. Non ci piace suonare un solo genere e questo è il motivo per cui vi abbiamo dato Dead and Gone, il brano più pop del disco, e Crystal Ball, con un mood più tendente al rock. Vogliamo essere diversi e dare a chi ascolta sensazioni e canzoni diverse. Mangiare lo stesso cibo è noioso, quindi variare è essenziale ed è ciò che rende interessante la vita.

Descrivete l’album in sole tre parole.

T: Scelgo diverso, divertente e che spacca. Perché è un album che spacca, baby!

E: Perfettamente d’accordo, questo è l’album.

Il tour è appena iniziato e partite con due grandi festival, il nuovo Galaxy Camp e il veterano Slam Dunk. Vi piace suonare ai festival? Cosa c’è di diverso da suonare nei club in un semplice tour?

T: Sono molto divertenti perché hai l’occasione di vedere degli amici che normalmente non vedresti. È bello passare le giornate con gli amici e mi piace pensare a questi festival come festival tra amici. Amiamo venire in Europa perché ci sono i festival migliori del mondo.

E: Non è che non abbiamo mai fatto tour in Europa, però l’abbiamo visitata meno di altri posti e mi dispiace. È sempre una ventata di aria fresca venire qui.

Come ci si sente a essere parte della lineup dell’ultimo Warped Tour di sempre?

T: È un onore e un privilegio. Il Warped Tour è da dove siamo partiti. Siamo una band dal 2010, nel 2012 abbiamo fatto i primi tour, e nel 2013 abbiamo suonato al nostro primo Warped Tour. Siamo cresciuti sia come band che come persone quell’anno. Siamo davvero grati di fare parte della lineup finale del Tour. Per noi è come un cerchio che si chiude, e spero sia lo stesso per loro.

E: Quello è  il luogo dove le band crescono, è come il liceo delle band.

T: Abbiamo una lunga storia con il Warped ed è davvero importante chiudere questo percorso insieme a loro. È un po’ come la scuola dove saresti sempre voluto andare.

E: Sarà triste pensare che sia l’ultimo, onestamente è il mio posto preferito dove suonare con gli amici.

Questa è l’ultima domanda ed è quella che facciamo a tutte le band. A Derek lo avevamo già chiesto a Milano, ma ora è il vostro turno. Cosa ne pensate delle uova?

T: Adoro le uova, le mangio sempre. Sono un grande fan perché sono molto versatili e le puoi mangiare con il bacon e con tante altre cose. Sono un’ottima fonte di proteine e mi piacciono in tanti modi, in particolare strapazzate. Le amo!

E: Sono buone in un sacco di modi diversi.


ENGLISH VERSION

Hi! How’s it going? How was the trip?

Tyler: Pretty good, this is the actual first day we got to sleep properly. We arrived in Germany a couple of days ago and we were super jet lagged.

Evan: It’s the first tour we’ve had in seven months. Last tour was in September!

We can start by talking about your upcoming album, Living Proof. Tell me what you can about it!

T: We are very excited! It’s been a long time since we released a full record. It will be nice to play new songs, get the excitement going again and do everything we did three years ago.

E: There’s a lot of diversity on this record too. I feel like there’s something for everyone. I’m excited for everyone to hear it soon.

And what about the creative process? How was the album born?

T: Both on tour and in studio I guess. Actually really not so much on tour, we tried dedicating time to writing with no distraction. This record though is different from the other ones, we leave no stone unturned, we tried everything, we tried co-writes with people like John Feldmann and Alex Gaskarth. We wrote half the record ourselves and we tried everything to make sure we got the best product. The best version of our band.

E: And this is the first time we gave ourselves a lot of time and that’s why we’re a little more antsy this time. This has been so long and we wrote so many song from October 2016, these songs are coming out almost two years later!

Well, the two singles Dead and Gone and Crystal Ball are going super good, so that must be satisfying!

T: Yeah they are, that’s awesome. It’s actually a super good start!

What about the artwork? It’s pretty strange and peculiar so where did you get this idea?

T: It’s pretty cool. I’d be lying if I said Derek wasn’t just on Instagram and he found this artist and said his art was super cool. He asked us what we though and we agreed it was amazing. And the guy sent us that and we loved it.

So did you pick each part of the collage?

E: Yeah, let’s say that some of the things have meanings for us, like there’s a crystal ball and other things we decided like our name in big and the two-toned thing. It feels almost like an indie rock artwork. It feels fresh.

If you had to pick a track from Living Proof, what would that be and why?

T: My favorite track has changed a lot, but if I had to choose I’d go with The Fix Up, the ninth track. I think it is one of those tracks that people hear at first and go woah. It’s a slower track, it’s more reserved, but it’s really good and sturdy.

E: When it came to this song and Derek started singing it, it became on of my favorites. I think that is going to go pretty well. My personal favorite is Frozen, the second track on the album. And that’s because it was the first time that I had played something without the rest of the guys. They took it and made something out of it.

T: It has a really cool drumbeat and we got on top of it. And that was the first time we started writing a song from a drumbeat, typically you start with guitar stuff.

E: So that’s why it has a really special meaning to me, it’s one of its kind. In my opinion it’s one of the catchier songs. The chours melody is really fun, I love it. It’s hard to pick one, I mean when you said The Fix Up I was like damn!

T: Yeah, also Criminal is a total ass beat song. It rocks. I think a lot of people think we made a pop record but we didn’t. We don’t want to play just one style so that’s why we gave you Dead and Gone which is the poppier song and Crystal Ball which is more rocky. We want to be diverse and give you songs that are different. Eating the same food is boring, so variety is essential, it’s the spice of life.

Describe the album with just three words.

T: I’d pick diverse, fun and rocking! It’s a rocking record, baby!

E: Yeah, I agree, those are perfect.

The tour just started and you will be playing two festivals: the new Galaxy Camp and the huge Slam Dunk. What’s it like playing a festival? 

T: They’re really fun cause you get to see a lot of your friends that you don’t normally see. It’s really cool for us to hang out with people and be in a “friends festival”. We love coming here in Europe because it has the best festivals.

E: It’s not that we haven’t toured Europe, we have toured it less than other places. So it’s refreshing to come here.

How does it feel to be on the lineup of the last Warped Tour ever?

T: It feels like an honour and a privilege. Warped Tour gave us our start. We’ve been a band since 2010, in 2012 we started touring, and in 2013-2014 we played our first Warped Tour. We grew as a band and as a people in that year. We’re really greatful for The Tour as well as being a part of the last one ever. It feels very full-circle for us, I hope for them as well.

E: That’s the place where bands grow up, that’ like high school for bands.

T: We have a long history we them and it feels really good to end it with them. It’s like the high school you wish you went to.

E: It will be sad to see it go, honestly it’s my favorite place to play and be with friends.

Here’s the last question we ask every band we interview. We already asked Derek back in Milan, and now’s your turn. What do you think about eggs?

T: I really like eggs, I eat them all the time. I’m a big fan, they’re very versatile and you can eat them with bacon, and many other things. They’re a source of protein and I like them in many ways such as scrambled. I love eggs!

E: Yeah, they’re good in different ways.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.