super whatevr never nothing

REVIEW: “Never Nothing” by Super Whatevr

di Michele Pioveguado

Arrivano dalla California questi Super Whatevr, nuova band rivelazione della scena alternative internazionale. Ma perché esattamente hanno riscosso tutta questa popolarità in così poco tempo? Facile a dirsi: sono riusciti a mettere insieme l’indie rock, l’emo, il grunge e qualsiasi altro sottogenere che ti possa mai venire in mente. 

Tutto questo non me lo sto inventando, lo si sente nel loro incredibile disco di debutto Never Nothing.

Parte con un’intro fastidiosa e poi si va subito in radio con Bloomfield (che i più diranno che ricorda gli Arctic Monkeys ma io vi dirò che ricorda i Maneskin lol), poi ci si prende male con la lagnosa Kathrin with a K e poi si va a ballare in spiaggia con Why Do I Wonder Why e così tutta a caso fino all’utlima traccia. Come se si stesse ascoltando la playlist preferita di una persona lunatica (o meglio, bipolare). Ed è proprio questo il bello: non c’è assolutamente il rischio di dire che sono tutte uguali.

Alla fine, come è giusto che sia, ci aspetta il climax con Loser che dura sei minuti e funziona come la conclusione che restituisce un senso a tutto quello che è stato costruito prima. Una di quelle cose che parte lenta e poi arriva il crescendo che porta alla distruzione totale.

Sicuramente uno dei debutti più interessanti che abbia sentito nell’ultima decina di anni.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...