Bring Me the Horizon: Oli Sykes spiega l’apparente playback all’evento dei Linkin Park

Oli Sykes ha preso parte al memorabile concerto-tributo a Chester Bennington organizzato venerdì sera dai Linkin Park per onorare la memoria del cantante morto suicida a luglio e raccogliere fondi da devolvere in beneficenza al fondo One More Light Fund dell’organizzazione Music for Relief.

All’evento assieme alla band si sono esibiti anche artisti di fama mondiale quali i Blink-182, i System of a Down, gli Avenged Sevenfold, Oli Sykes dei Bring Me the Horizon, Jonathan Davis dei Korn, Machine Gun Kelly e Ryan Key degli Yellowcard.

Durante l’esibizione di Oli Sykes, che cantava Crawling, è però successo qualcosa di strano, e guardando il live stream trasmesso dalla band sembrava che Oli stesse cantando in playback. Qui sotto le immagini dello stream ufficiale:

Il cantante ha oggi spiegato su Twitter l’accaduto, attribuendo la colpa dell’apparente gaffe ad alcune difficoltà tecniche -nello specifico, qualcuno avrebbe trasmesso nel live stream la traccia vocale della performance di Oli registrata durante le prove della sera precedente.

bring me the horizon bmth oli sykes linkin park chester bennington tribute

La versione di Oli è effettivamente corroborata dai filmati girati dai fan presenti all’evento, nei quali si sente la voce effettiva del cantante e non la traccia preregistrata che compare nel live stream.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...