“This Mess Is A Place” by The Last Confidence

di Martina Pedretti

tlcCon una nuova formazione nata dalle ceneri dei Just For Kicks, tornano i The Last Confidence, la band bergamasca di cui ci erano tanto piaciuti i primi due EP “The Last Confidence” (fa ridere perché questa recensione è stata scritta da Hélio, il loro nuovo bassista) e “Best Beak”. This Mess Is A Place è il loro nuovo EP uscito il 2 maggio ed è composto da sette brani pop punk freschissimi che scorrono senza intoppi.
Il miglioramento rispetto a “Best Beak” è netto, così come nell’aspetto live, la band è cresciuta non poco, pur mantenendo il sound che la contraddistingue. Tra i brani più riusciti non si possono non citare i singoli estratti prima del release del disco: “Music Is My Drug”, “Randez-Vous” e “This Mess Is A Place”, title track potente che sicuramente si aggiudica la medaglia d’oro.

La sorpresa arriva però con “Smokin’ My Days Away”, un brano più incalzante e cattivo – tant’è che Spotify ne segnala il testo esplicito – in cui la band si lancia in un salto di genere inaspettato. Il nuovo acquisto Hélio Gomes si lancia infatti in uno pseudo scream alla Tobi Duncan dei Trash Boat, che sorprende positivamente, obbligando chiunque a riascoltare quella parte chiedendosi: “L’ho sentito davvero?”

A chiusura dell’EP troviamo anche una vecchia amica, ovvero “Violenza Carnale” rivisitata in chiave acustica. Questo brano in italiano mi ha sempre convinto, in particolare nella sua versione live, e anche questa volta non delude, anche perché la voce di Marco è una delle migliori in Italia e in acustico rende ancora di più.

I The Last Confidence continuano a stupire e la loro maturazione musicale non potrà che portare successo a questi ragazzi. Sicuramente il salto di qualità è dato anche dal supporto della produzione che nei precedenti due lavori non raggiungeva sicuramente livelli di eccellenza, ma complimenti ai ragazzi di Bergamo che nonostante le difficoltà date dai continui cambi di lineup non si sono lasciati abbattere e anzi sono tornati con un lavoro che fa invidia anche ai nomi più grossi della scena.

VOTO: 4/5

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...