All Time Low + SWMRS @ Alcatraz, Milano 10-04-17

di Michele Pioveguado

IMG_6455 copy.jpg

Foto: Jessica Bertolina  – full gallery on Facebook

Gli All Time Low tornano in Italia più o meno ogni anno, ma questa volta la cosa è stata un po’ più speciale perché il concerto si è tenuto all’Alcatraz, la stessa venue che aveva ospitato il loro primo concerto qui da noi, il 14 febbraio del 2010 e dove è nata tutta la magia. In questo tempo sono cambiate un sacco di cose; io non vado più al liceo, loro hanno un tour bus molto più bello, molti più soldi e molti più album alle spalle. E poi ne hanno anche uno nuovo che non è ancora uscito ma già sappiamo che suonerà diverso da tutto quello che ci hanno fatto sentire finora e lo dimostrano i nuovi singoli “Dirty Laudry” e “Last Young Renegade”. È cambiato anche il pubblico che ora è multigenerazionale: ci sono i fan irriducibili che li sostengono da ancor prima di quel 14 febbraio di 7 anni fa, e quelli che, al loro primo concerto della band, non vedono l’ora di cantare i brani di Future Hearts, quelli con cui si sono innamorati degli All Time Low.

IMG_5717 copy.jpgAd aprire la serata ci pensano i SWMRS, famosi per essere la band del figlio di Billie Joe Armstrong, ma che in realtà sono molto più di questo. Sono freschi, con quell’attitude un po’ menefreghista e quel look da hipster spavaldi. Scaldano per bene il pubblico e si portano a casa un ottimo risultato.

Gli All Time Low invece sono ormai dei veterani. Che tu preferisca i vecchi o i nuovi pezzi non fa differenza perché una volta sul palco non risparmiano nessuno e mettono su uno show convincente al 100%. E questo nonostante una scaletta un po’ sbilanciata e moscia. Suonano infatti brani come “Missing You” e “Take Cover” che hanno forse meno presa dei vecchi classici “Time Bomb” e la grande mancante “Remembering Sunday”, ma riescono lo stesso a conquistare tutti; Non mancano i momenti esaltanti con “Weightless” e la sorpresissima “Jasey Rae” suonata proprio in quell’encore dove uno si aspetta che cominci a svanire la magia. Invece Gaskarth e compagnia bella fanno il solito scherzone di scendere dal palco e quando risalgono ci sbattono in faccia questa tripletta “Lost in Stereo”-”Jasey Rae”-”Dear Maria” che fanno arrivare i feels alle stelle e li fanno rimanere lì per almeno una settimana intera.

E alla fine succede che di botto ti ritrovi a fine concerto a fumare una sigaretta fuori IMG_6271 copy.jpgdall’Alcatraz mentre osservi gli adolescenti che vengono caricati in macchina dai genitori scocciati che a quel concerto non ci volevano nemmeno andare o da quelli che va bene vai da solo ma ti vengo a prendere io a mezzanotte. Incontri per sbaglio tutti quelli che erano proprio lì anche sette anni fa e sul volto avete la stessa identica espressione che dice che gli All Time Low sono sempre bravi ma la scaletta ormai non è più quella di una volta e però uffa potevano farla Coffe Shop Soundtrack o almeno Six Feet Under The Stars e invece no. Sei lì con il tuo quarto di secolo che ti guardi attorno e un po’ deridi quelli che aspettano la band fuori per farsi qualche foto insieme o per farsi autografare gli ultimi album come facevi anche tu ai tempi d’oro – e nessuno che nemmeno che ci pensa a farsi autografare “The Party Scene”, tanto non esiste – senza sapere che la band si era catapultata sul tour bus praticamente mentre stavano cadendo ancora i coriandoli a fine show. Maledette dive.

Setlist:

Kicking & Screaming
Weightless
Somewhere in Neverland
Cinderblock Garden
Canals
Something’s Gotta Give
Kids in the Dark
Dirty Laundry
Guts
Therapy
Missing You
Last Young Renegade
A Love Like War
Backseat Serenade
Take Cover

Lost in Stereo
Jasey Rae
Dear Maria, Count Me In

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...