Interview with Neck Deep

di Sara Cavazzini e Martina Pedretti

neck deepI Neck Deep sono tornati in Italia come supporter degli A Day To Remember e noi non ci siamo fatte scappare nemmeno questa volta l’opportunità di incontrarli e parlare un po’ dei progetti futuri. La nostra sfilza di incontri con Fil, bassista della band, continua e insieme a lui abbiamo scoperto alcune cose divertenti che tutti voi sicuramente vi chiedete ogni giorno.
Prima di tutto bentornati in Italia, come sta andando il tour?

Sta andando tutto bene, ci rimane solo una settimana poi abbiamo finito!

Parliamo del vostro prossimo disco, abbiamo visto sui vostri social media che ci state già lavorando, una volta finito il tour andrete diretti in studio a registrarlo? Pensi che qualcosa potrebbe già uscire prima dell’estate?

Appena finiremo gli ultimi show in Europa andremo direttamente negli Stati Uniti a registrare il nuovo album il giorno dopo. L’ultima data è il 15, il 17 staremo già registrando, nessuna pausa tra tour e registrazione. Non abbiamo ancora in mente una data per il release del disco, ma, senza dirvi troppo, potete aspettarvi qualcosa per la fine dell’estate, sì penso sia un momento adatto in cui aspettarvi qualcosa.

Con “Life’s Not Out To Get You” avete deciso di scrivere canzoni più positive, che tirassero su il morale, perché avevate detto di essere stanchi dell’aria di tristezza che permeava la scena. Il nuovo album seguirà questa impronta o cambierete completamente strada facendo qualcosa di nuovo?

Ci saranno sicuramente alcuni elementi del secondo disco, insomma questo è quello che siamo e quello è il messaggio che ci piace trasmettere, però si parlerà di temi più cupi, non tanto l’opposto “Tutto fa schifo e la vita ce l’ha con te”, ma avrà a che fare comunque con cose più dolorose e tristi. E’ stato un anno difficile per molti di noi e penso che questo si ripercuoterà sulle nostre canzoni. Ma comunque ci sarà spazio anche per le cose positive, è quello che siamo.

Finiamo sempre con il parlare di Jeremy McKinnon nelle nostre interviste, però com’è essere in tour con gli A Day To Remember? Insomma passare dal lavorare insieme in studio al suonare insieme in un tour deve essere strano!

E’ fantastico, insomma noi non conoscevamo Jeremy prima di registrare il disco con lui, poi passando tanto tempo insieme siamo diventati amici. Noi siamo sempre stati grandi fan della sua band e lui è diventato fan della nostra, e abbiamo sempre parlato di fare un tour insieme. Non trovavamo mai il momento adatto però, ora che lo abbiamo trovato sta andando tutto alla grande e ci stiamo divertendo un sacco.

Il vostro ultimo singolo “December” è uscito nelle sue due versioni, acustica e full band, avete deciso di farle uscire entrambe perché vi piacciono tutte e due o perché volevate semplicemente provare a fare qualcosa di innovativo? Inoltre le versioni vantano due collaborazioni niente male: Mark Hoppus e Chris Carrabba. Come mai proprio loro?

Avevamo entrambe le versioni: quella acustica del disco e poi la bonus track in versione full band e sentivamo che sembrava una demo, non era stata prodotta agli stessi standard del resto dell’album. Ci è sempre piaciuta la versione full band, ma ci piaceva anche quella acustica e sapevamo che era molto apprezzata dal pubblico, quindi qualcuno, non mi ricordo chi, ha avuto l’idea di pubblicare il doppio singolo, e a noi sembrava bello, non ci veniva in mente nessuno che avesse fatto questa cosa. Era solo un’idea, e siamo andati avanti finché non è diventata quello che è diventata e il nostro manager Mike a un certo punto ha suggerito che avremmo potuto avere diverse guest per ciascuna versione. Avevamo un’idea su chi avremmo voluto, abbiamo fatto una lista ed entrambe le nostre prime scelte hanno accettato e l’hanno fatto.

Abbiamo notato che avete un nuovo membro nella band, si chiama Carl ed è un manichino. Dicci qualcosa di più su di lui!

Onestamente eravamo in giro in un mercato a Berlino, vicino la venue, e lo abbiamo trovato su una barella, era molto buffo perché aveva un sacchetto in testa e una sigaretta in bocca, quindi abbiamo chiesto ai proprietari quanto costasse (Fil sul palco ha detto che lo hanno pagato 80 €) e lo abbiamo preso con noi. Ora lo vestiamo, gli abbiamo dato un nome, è tutto molto divertente, ma lo scherzo sta andando fin troppo oltre.

Abbiamo notato che vi piace molto Stranger Things, quale pensi che sia la serie ideale da guardare durante un tour?

Io al momento sto guardando Arrested Development e il Trono Di Spade, che non ho ancora finito, ma anche The Office, Modern Family e Scrubs sono delle ottime serie da guardare in tour.

Vi piace anche citare i film nelle vostre canzoni, ad esempio “Kali Ma” è una citazione da un film di Indiana Jones. Quale sarebbe il film che guarderesti tutto il giorno tutti i giorni?

E’ difficile, insomma i miei film preferiti sono The Prestige e Donnie Darko, ma sono due film abbastanza pesanti da guardare spesso, quindi suggerirei qualcosa di stupido e divertente tipo Suxbad e I Love You, Man o film del genere.

Abbiamo notato che postate molte foto dei vostri show, è importante per voi condividere l’esperienza dei live sui social media e avere un fotografo in tour con voi?

Certo! Credo lo sia non solo per noi, ma per le band in generale, è il modo in cui funziona il mondo ora, tutto passa dai social media e se non sei attivo sui social media, non sei davvero attivo. È assurdo, ma è così che va, se una band non posta immagini e non aggiorna la gente su cosa sta succedendo è facile dimenticarsene perché tutti gli altri lo fanno. Ma al tempo stesso è divertente ed è bello avere qualcuno in tour, per avere ricordi e cose così, e se hai qualcuno il cui lavoro è fare foto ovviamente poi le posti. Quindi si probabilmente non andremmo da nessuna parte senza. Ma è più per i fan, loro sembrano apprezzare molto e vogliono vedere quelle cose quindi noi rispondiamo “Certo, ve le daremo!”.

Ti abbiamo intervistato così tante volte che abbiamo finito le domande di chiusura, quindi eccone una nuova: cosa ne pensi degli Weezer?

Pensavo mi steste chiedendo di qualcun altro, i Weezer spaccano. Sono davvero bravi, inoltre ho incontrato alcuni di loro un paio di volte, sono delle belle persone.

ENGLISH VERSION:

Neck Deep are back in Italy supporting A Day To Remember and once again we had the chance to interview them and talk about future projects. Our long term relationship with Fil, bassist, goes on and, this time, with him we found out some cool things we know you ask yourself each and every day.
First of all welcome back to Italy, how’s everything going?

It’s going very good, we have a week left and it’s been great, really really cool.

Talking about your upcoming album, we saw on social media that you are working on it, will you jump straight on it after the tour? Will something be released before summer?

We’ll play the last show in Europe and then we’ll literally fly to the States the next day and then we’re in the studio the next day. So the last show is on the 15th and we’re in the studio on the 17th, we’ll start as soon as the tour is over. We don’t really have a release date in mind yet, but without saying too much, you can expect something probably by the end of summer, that would be a reasonable time to expect something.

For “Life’s Not Out To Get You” you decided to go for a positive and happy vibe cause you were tired of this kind of sad atmosphere in the scene. Will the next record follow this vibe or will you work on something completely new?

There will definitely be some elements of that because you know that’s kinda of who we are and that’s the message we like to put out, but there will be some darker themes, not so much the opposite saying “Everything’s shit and life is out to get you”, but more just dealing with the darker stuff. It’s been a rough year for a few of us and I think a lot of that is gonna come out in the songs. Of course there will be our positive vibe, that’s who we are.

We always end up talking about Jeremy during our interviews, so how’s touring with A Day To Remember? You jumped from working with them in the studio and now you are tourig together!

It’s great, we didn’t really know Jeremy at all until we did the record with him, and then we spent so much time with him making it and we became friends. We’ve always been a big fan of his band and he became a big fan of ours, so it was always on the cards that we would eventually make a tour together. We tried making it happen a few times before but the timig just wasn’t right. We have a lot of fun together so it’s cool!

The last single you released was “December”, which came you in both its versions, did you decide to release them both cause you think it’s pretty good both in acoustic and full band or you just wanted to go for something new? Also the versions both had quite important featurings, with Mark Hoppus and Chris Carabba, how did this collaborations came about?

We had both versions done: the one on the records it’s this acoustic-y song and then we have the bonus track which is a full band version and we felt like it was too much of a demo and we didn’t produced it out to the same standards of the rest of the album. We’ve always liked the full band one, but we also liked the acoustic one, and knew that that was really popular and people really liked it, so it was kinda like someone, I don’t really remember who, had this idea of doing a double single release, and for us it did sound really cool, we couldn’t think of anyone who’s done that. It was just an idea, we rolled with it, until it became what it became and at some point in the proceeding our manager Mike suggested we should have a different guest on each version. Then we had a dream team idea of who we wanted on the songs, we put down a list and our number one choices both happened to actually do it.

We saw that you added a new member to the band, his name is Carl and he’s a mannequin, tell us more about it!

Honestly, we were in Berlin and there was a little market near the venue, we were just walking around. We found it on a stretcher and it was really funny, he had a bag on his head and a cigarette in his mouth, so we just asked how much they wanted for it (on stage Fil said they paid 80€ for him) and gave them the money. Now the joke never stops: we put clothes on him, named him, it’s just a weird joke that has come way too far.

We kinda guessed you are into Stranger Things, so what do you think is the right tv series to watch on tour?

I’ve been watching Arrested Development and Game of Thrones, I haven’t finished it yet, but also The Office is cool to watch on tour, Modern Family as well, Scrubs, those are my favourite but any of them is good to watch on tour.

You like to quote movies in your songs, for example “Kali Ma” is a quote from Indiana Jones, so what’s the movie you’d watch 24/7?

That’s hard! I mean two of my favourite movies are The Prestige and Donnie Darko, but I wouldn’t wanna watch them the whole time, cause they’re kind of heavy. So if you need a movie to watch all the the time it should be something stupid and funny like Superbad or I Love You, Man or something like that.

We noticed that you always post a lot of pictures of your shows, is it important to share the live experience on social media and have a photographer on tour with you?

Totally! I think it’s not just us, but bands in general, I think it’s just the way the world works now, everything runs through social media and if you’re not active on social media, you’re not really active. It’s crazy but it’s literally just how it works, if a band is not posting pictures and keeping people updated on what’s going on it’s easy to forget about them because everybody else is doing it in such a high degree, but at the same time it’s fun and it’s cool to have someone out, it’s cool for memories and stuff and if you’ve got someone out whose job is to give you photos you’re obviously gonna post them. So yeah we probably wouldn’t go anywhere without one. But it’s more for fans, they really seem to appreciate it and they wanna see all that stuff and we’re like “cool, we’ll give it to you!”

We interviewed you so many times that we ran out of closing questions, so here’s a new one: what do you think about Weezer?

I thought you were asking about someone else there, Weezer’s tight. They’re sick, I met couple of those guys a few times, good dudes.

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...