Interview with Blood Youth

di Martina Pedretti
English Version available below
blood-youth
Lo scorso mese abbiamo avuto l’opportunità di intervistare i Blood Youth, una delle nuove band di Rude Records. Hanno rilasciato solamente due EP ma hanno un discreto numero di fan in tutto il mondo, fare quest’ultimo tour con i While She Sleeps inoltre li ha aiutati a guadagnarne di nuovi. Sentiamo cosa hanno da dire riguardo al loro ultimo EP, Closure, e scopriamo se qualcosa bolle in pentola per un eventuale primo full lenght.
Prima di tutto benvenuti in Italia, se non sbaglio questa è la prima volta che suonate qui come Blood Youth, vi siete divertiti fino ad ora? Come sta andando il tour con i While She Sleeps?
Kaya: Sì ci stiamo divertendo un sacco, anche se non abbiamo mai la possibilità di vedere veramente le città dove suoniamo. Però il viaggio in macchina fino a qui è stato stupendo, mozzafiato. Abbiamo suonato a Ginevra e la strada fino a Milano è stata meravigliosa. C’erano tutte quelle montagne e da dove veniamo noi ci sono solo mucche, pecore e fattorie, non ci sono montagne così belle. Il tour sta andando bene, abbiamo visto delle folle piene di energia e carichissime, non ce lo saremmo mai aspettati, speriamo che stasera sia anche meglio!
Chris: E’ assolutamente incredibile. Abbiamo suonato con alcune delle nostre band preferite: Architects, Every Time I Die e Beartooth, ma questo tour è fantastico. I pubblici migliori che abbiamo mai visto.
Parliamo del vostro ultimo EP, “Closure”: cosa potete raccontarci di questo breve ma intenso lavoro?
K: Diciamo sempre che “Closure” è il seguito di “Inside My Head”, il nostro primo EP e in quel disco ci sono tutti i casini che stavo vivendo, un sacco di brutte cose, e “Closure” riassume tutto quello che è successo in “Inside My Head”. Il titolo stesso segna la mia chiusura definitiva con quel periodo, sto andando avanti, verso il nuovo album. Noi avrei mai pensato che avremmo potuto pubblicare un lavoro migliore di “Inside My Head”, che è sempre stato il mio bambino, ora invece è come se avessi due figli e non sapessi scegliere chi è il mio preferito.
C: Ha surclassato le nostre aspettative, è incredibile.
Per quale motivo avete deciso di riproporre “Big Smoke”, ultima traccia del vostro primo EP “Inside My Head”, rivisitata in “Closure”? C’è una qualche connessione tra i due lavori?
C: C’è eccome una connessione! La ragione è che “Big Smoke” è l’ultima canzone del disco e ci piaceva mostrare come fosse in relazione con il secondo EP, mi piace come si fonde con l’intro di “Closure”, nonostante sia un brano diverso, di un altro territorio.
K: Il brano si chiama “Big Smoke” e il primo brano del secondo EP è “Breathe”, quindi ora posso respirare perché il grande fumo si è dissolto, si fonde tutto insieme.
Credete quindi che sia possibile ascoltare i due EP uno dopo l’altro e considerarli una sorta di unico album?
K: Sì, è quello che abbiamo sempre voluto. Che si potesse passare dall’ascoltare l’uno all’ascoltare l’altro in un secondo.
C: Parlando di testi sì. Non si fondono esattamente in un disco unico, ma sono sulla stessa lunghezza d’onda.
Un’altra continuità la ritroviamo nelle copertine dei due dischi, infatti l’artista che le ha realizzate è lo stesso, cosa avevate in mente quando avete scelto questi particolari disegni?
K: Inizialmente c’era solo questa idea di tanti animali che combattono tra loro, ma poi le persone lo hanno trasformato in qualcosa di nuovo. Ci chiedevano se ogni animale rappresentasse uno di noi, cosa volesse significare, ci è piaciuta questa idea e abbiamo lasciato che le persone si lasciassero assorbire dalle loro teorie. Alla fine in “Closure” si parla delle stesse cose, delle stesse tematiche, quindi siamo rimasti sullo stesso piano, però non faremo mai più nulla del genere. Le persone ci chiedono di continuare per sempre così, ma quello è un capitolo, e noi vogliamo qualcosa di nuovo per l’album, quindi ci spiace rispondere a chi ci ascolta che no, non faremo più nulla di simile.
Parlando del disco nuovo, potete dirci qualcosa o è tutto un segreto?
K: Sì dai, qualcosa lo possiamo dire, non possiamo dire come si chiamerà però…
C: Andremo in studio subito dopo il tour. Vogliamo focalizzarci solo su quello per un po’ anche perché poi ci saranno tutte le varie festività che passeremo in compagnia delle nostre famiglie. Vogliamo mettere tutti noi stessi e concentrarci al massimo evitando di scrivere in tour come abbiamo fatto in passato.

K: Andremo in studio cinque giorni dopo la fine del tour. Nel disco ci saranno le canzoni migliori che abbiamo mai scritto, nonché le più cattive.

Ora una domanda che rivolgiamo a tutte le band britanniche: Qual è il vostro gusto di tè preferito?
C: Non mi piace il tè, preferisco il caffè. Oppure lo Yorkshire, anche se è una marca.
K: Da noi c’è lo Yorkshire, anche se non penso sia proprio un gusto, però è quello che abbiamo.
Cosa ne pensate delle uova?
K: Le uova? Io sono vegano…
C: Non sono vegano, non sono vegetariano. A lui non piacciono le uova, a me piacciono le uova. Perché questa domanda…. sento che sta per succedere qualcosa…

(e invece no).

English Version

Last month we had the chance to interview Blood Youth, one of the newest band working with Rude Records. They only released two EPs but they have quite the number of fans all across the world, and touring with While She Sleeps has helped them gaining new ones. Let’s hear what they have to say about their last EP, Closure, and see if there’s something going on with a full lenght.

First of all welcome to Italy! Correct me if I’m wrong but this is the first time you ever play in Italy as Blood Youth, are you enjoying your experience so far? How’s tour going?

Kaya: Yeah! We never really get to see any of the cities we play in that much, but I’m loving it. The drive in here was absolutely amazing, phenomenal. We played in Geneva, and the view from there to here, Milan, is incredible. Mountains and stuff, and where we come from is just sheeps, cows and farms, we’re not used to mountains, it was cool. The tour is amazing, the crowds have been amazing, we never anticipated anything like this, so hopefully tonight will be even better.

Chris: That was absolutely incredible! We toured with so many of our favourite bands like Architects, Every Time I Die, Beartooth, but this one has absolutely been amazing. Some of the best crowds we’ve ever seen.

What can you tell us abut the EP “Closure” that came out earlier this year?

K: We always say that “Closure” is the follow up to our first EP “Inside My Head”, and through that EP I was going trough a bunch of issues when I was writing it, a crazy amount of stuff and “Closure” is wrapping up everything that ever happend on “Inside My Head”. That’s why it’s called “Closure”, because I’m done with that part of my life and I’m moving on to the album later this year. I never thought we could release anything better than “Inside My Head”, it was my baby, but with “Closure” is like when you have two kids and you can’t choose which one you love more.

C: It exceeded our expectations, couldn’t be happier with it, it’s unbelivable.

Talking about this, why did you decide to put “Big Smoke”, which is the last song in “Inside My Head”, your first EP, rivisited as a new track in this new EP? Is there a sort of connection between this two works?

C: There’s a connection! The reason is because “Big Smoke” is the last song in the first EP and we thought that was a good way of showing how they’re related, I love the way “Big Smoke” kind of fade in in the end and the intro of “Closure” is like a completely new territory.

K: It’s called “Big Smoke” and then the first song in “Closure” is called “Breathe”, so now I can breathe cause the big smoke is clear so it all goes together.

So you think that they’re like the same album and listen to them just in a row?

K: Yes, love that. That’s what we always said, I love the idea that someone can go from “Inside My Head” to “Closure” in like that *snaps*.

C: Lirically yes. It doesn’t really flow in one record, but it’s surely down on one line.

Also the artworks resemble each other, they are done by the same artist, so what did you have in mind when you decided to go for it with this artworks?

K: Originally the idea for “Inside My Head” was all those animal fighting but people have taken it and turned it into something else. They were like “Is each animal one of you? What does that mean?”, we liked that and we let people roll with it. With “Closure” it was the same territory: discussing the same sort of things so we sticked with the same plan, but we won’t be doing anything like that again. That’s that chapter and we’re going to do something else for the album, cause people are like “Oh my God do this for every album you release” and we were like “Eerm, no…”

So talking about this album is there something you can tell us or is everything a secret?

K: Yeah… We can say something, we can’t say how is it called but…

C: We’ re headed to the studio immediately after this tour. We’ll be focusing only on it, cause there will also be holidays and we’ll be with family and we just want to stay focused on it without thinking about during the tour like we did in the past.

K: Five days after it. In there there will be the best songs we’ve ever written, also the heaviest.

Now a question we ask each british band we interview: what’s you favourite tea flavour?

C: I don’t like tea. Mine’s coffee or just Yorkshire, even though that’s the brand.

K: Where we come from it’s just Yorkshire tea, I don’t even know if it’s a flavour but that’s what we have.

What do you think about eggs?

K: Eggs? I’m vegan…

C: I’m not vegan, I’m not vegs. Well, he doesn’t like eggs, I like eggs, that’s it. Why this question… I’ve got the feeling something is going to happen…

Advertisements

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...