Interview with Moose Blood

Di Sara Cavazzini

WARNING: English version available HERE
moose blood
In occasione della loro data a Milano, abbiamo avuto il piacere di intervistare di nuovo i Moose Blood, nostri pupilli dai tempi che furono, ed ecco quello che ne è uscito, tra un colpo di tosse e l’altro di Eddy.

Il vostro secondo album, Blush, è uscito ad agosto, è più melodico e fresco del primo, com’è stata la creazione e ha un tema principale?

Eddy: Non c’è, ogni canzone ha una sua storia. La creazione è stata ottima, è stata una bella esperienza, ci siamo divertiti molto, ci siamo impegnati un po’ di più stavolta

Qual è la differenza principale nella creazione I’ll Keep You In Mind From Time To Time e Blush?

Mark: Credo che abbiamo prestato molta più attenzione alla struttura delle canzoni, non abbiamo solo provato a scrivere canzoni migliori, ma a scrivere meglio per fare un disco migliore del primo. Abbiamo fatto a pezzi ogni nostra idea e abbiamo riscritto tutto, per provare, appunto, a strutturare e pensare meglio il tutto, perché sapevamo di dover fare un disco migliore del primo ed è quello che voleva ed è quello che abbiamo provato a fare.

Abbiamo letto che ci avete messo meno tempo per fare questo album…

Kyle: È successo un po’ per caso, siamo stati in tour così tanto che non abbiamo avuto tempo libero e quando lo abbiamo avuto dovevamo farlo. A volte è necessario darsi una scadenza. Perché abbiamo provato a scrivere in tour e a volte ha funzionato ma funziona meglio quando ci mettiamo li e ci focalizziamo solo su quello. Poi quando abbiamo avuto il tempo è stato un processo molto più difficile rispetto a quello del primo album, perché dovevamo far risultare le cose fresche e diverse da ciò che avevamo già scritto. Credo che alla fine ci abbia aiutato avere una certa quantità di tempo.

I titoli delle canzoni sono tutti di una sola parola, c’è una ragione particolare?

Eddy: È solo un’idea che abbiamo avuto: siccome il titolo del disco sarebbe stato di una parola sola abbiamo voluto che fosse così per tutte le canzoni; senza una ragione precisa. Abbiamo pensato che sarebbe stato bello un cambiamento, però è stato un po’ più difficile di quanto ci aspettassimo.

Avete sentito pressione dopo il successo del vostro album di debutto?

Eddy: L’unica pressione veniva da noi stessi, abbiamo provato a fare un disco migliore, il migliore che potessimo fare.
Kyle: Abbiamo avuto attorno a noi persone fantastiche che ci hanno supportato e che non ci hanno messo pressione in alcun modo, eravamo davvero solo noi a voler fare un album migliore.

Adesso che l’album è uscito, siete felici della reazione dei fan?

Tutti: Si, non ci possiamo credere.
Eddy: Siamo entrati nella Top 10 nel Regno Unito e pensavamo che non sarebbe mai successo, è pazzesco.

Il vostro primo album era molto cupo, anche in termini di colori, questo è più chiaro e molto rosa, è stato scelto anche in relazione al mood del disco?

Kyle: L’idea di questa estetica rosa ci è venuta ancora prima di iniziare a scrivere il disco. Era una cosa che avevamo già deciso, di fare un disco rosa… è stato Glenn a prendere questa idea e a realizzare tutto quello che vedete.
Glenn: Volevamo qualcosa che soiccasse un po’. Credo che leghi bene il tutto.

Parliamo del vostro motto “Emo is a gang”, l’avete inventato voi? L’avete anche scritto nel booklet di Blush, cosa c’è dietro a questa frase? Vi aspettavate che la gente la usasse così tanto?

Glenn: Non l’abbiamo inventata noi, la diciamo molto ma non è nostra. L’abbiamo rubata; molte band di Topshelf records la usavano e abbiamo iniziato a metterla sulle nostre cose, è scritta sui test press dei nostri primi EP, è scritta sui test press dei nostri album e abbiamo voluto metterla nel booklet questa volta. Però sì, è divertente vederla sulle magliette ecc. e che tutti la dicano.

RockSound ha pubblicato la vostra cover di I Don’t Love You dei My Chemical Romance, come è nata la cosa?

Eddy: Ci è stato chiesto, abbiamo ricevuto una mail e siamo grandi fan della band quindi abbiamo pensato che sarebbe stata una cosa bella da fare e di farne parte, ed è stato stimolante per noi fare qualcosa di diverso, rilavorare una canzone altrui, è stato molto divertente.
Mark: Però davvero, non possiamo prendercene il merito.

Avete ascoltato l’intera compilation?

Kyle: Non l’abbiamo ancora sentita, abbiamo visto la tracklist giusto l’altro giorno, ma è stata un po’ tutta una sorpresa, dopo aver ricevuto la mail abbiamo cercato un po’ in giro e abbiamo scoperto che anche i nostri amici Creeper sarebbero stati sulla compilation e poi uno ad uno li abbiamo scoperti per passaparola.
Eddy: Io ho sentito quella dei Twenty One Pilots, è molto bella.

Come abbiamo già detto, Blush è molto rosa, qual è il vostro animale rosa preferito?

Kyle, Glenn: I fenicotteri.
Eddy: Non me ne vengono in mente altri… se quel carlino laggiù fosse rosa…

E il cibo?

Kyle: Non so, la glassa di una torta.
Glenn: Lo zucchero filato.
Eddy: Il bacon è tipo rosa.

Un paio di estati fa avevamo deciso che Bukowski sarebbe stata la nostra canzone dell’estate, ma quando vi abbiamo intervistato avevate detto che Kelly Kapowski per voi sarebbe stata migliore come canzone dell’estate, visto che è una canzone più allegra. Ora che Blush è uscito, quale canzone scegliereste come canzone dell’estate?

Eddy: Direi Knuckles.
Glenn, Mark: Si.
Kyle: Io dico Cheek, credo sia un brano molto coinvolgente.

Your second album, Blush, came out in August, it’s more melodic and fresh than your first one, how was the making of it and does it have a main theme or a concept behind it?

Eddy: There isn’t a concept at all, every song is like a different story. The making was great, it was a great experience, we had a lot of fun, we pushed ourselves a little bit more this time.

What was the main difference between making I’ll Keep You In Mind From Time To Time and Blush?

Mark: I think we just paid a little more attention to the way we structure songs, we didn’t just try to write better songs, but to write in a better way to make a better record than our first record. We literally tore every idea we had apart and almost rewrote everything just to try and really structure songs and really think about it, just because we knew we had to make a better record and that’s what we wanted to do and that’s what we tried to do

We read that the creation of this album took you less time

Kyle: It kinda came by accident, we were touring so much that we didn’t have any time off and when we did have time off we needed to get it done, sometimes it is good giving yourself a deadline, cause we tried to write while touring and it sometimes worked but didn’t work as well as when we sat down and had just time to focus on that. Then when we got time it was a much more difficult process than it was the first time, just to keep things sounding fresh and different from the stuff we had already written. I think it definitely helped having a time frame in the end.

We can see that each song title is made out of a single word, is there a reason why?

Eddy: It was just an idea we had that the record was gonna be a one word title so we wanted to keep that going for the whole thing and it was just an idea, there were no reasons, we thought it would have been nice to have change, it was a little bit harder than we expected tough.

Did you ever feel like there was pressure on you after the success of your debut “I’ll Keep You In Mind, From Time To Time”?

Eddy: The only pressure was just from ourselves, we tried to make a better record, the best possible record we could make Kyle: we got a lot of really fantastic and supportive people around us that no one put any pressure on us like “you gotta do this sort of record”, it was literally just us wanting to make a better record.

Now that the album is out are you happy with the reception of it, how fans reacted?

All: We can’t believe it!
Eddy: We went Top 10 in the UK and we thought it would ever happen so we can’t believe it, it’s crazy.

Your first record was really dark, in terms of colours, this one is lighter and very pink, does it have a relation with the album mood?

Kyle: I think we had the idea of the pink aesthetic before we even started writing, that was something we had agreed on, to have maybe a pink looking record Glenn literally just took that and created everything that you see around the artwork and everything we do around that aesthetic.
Glenn: We just wanted something that could stand out a little bit I guess in terms of the artwork. I think it all ties together really well.

Now we move to more relaxed questions…
Let’s talk about the iconic phrase “Emo is a gang”, did you create it? It’s also written in the booklet, what’s behind it? Did you expect so many people using it that much?

Glenn: We actually didn’t create that, we say it a lot of time but we didn’t create it.
We stole it, a bunch of band used it on topshelf records, and we just started putting it on our stuff, it’s on, going back to our first release, the test presses, it’s written on that, it’s written on the test presses of our albums and we just put it on the actual booklet this time, but yes it is pretty funny that it’s on tshirts and stuff now and everyone has been saying that.
Mark: We really can’t take credit for it.

Rock Sound recently released your cover of “I Don’t Love You” by My Chemical Romance, how did this happen?

Eddy: We just got asked to do it, we got an email and we’re huge fans of the band so we thought it would’ve been a great thing to do and be a part of, and it was challenging for us to do something different, rework someone else’s song, it was a lot of fun.

Did you hear the whole compilation?

Kyle: We haven’t heard it yet, we just saw the tracklisting the other day but it was kind of a surprise, we got the email sent to us and we’ve done some sneaking around and we found out that our friends in Creeper were on the compilation as well and then one by one we heard like by word of mouth.
Eddy: I heard the twenty one pilots one, it sound really good.

As we said, Blush is very pink, what’s your favourite pink animal?

Kyle, Glenn: Flamingos
Eddy: I can’t think of another one, if that pug over there was pink…

And food?

Kyle: I don’t know, like icing on a cake
Glenn: Candy floss
Eddy: Bacon is kinda pink

A couple of summers ago, we decided that Bukowski was our summer song, but when we interviewed you, you said that Kelly Kapowski was more of a summer song as it is more upbeat. Now that Blush is out, which song would you choose as a summer song?

Eddy: I’d say Knuckles
Glenn, Mark: Yeah.
Kyle: I’ll go with Cheek, I think is a really cool driving song.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...