“Left it for everything” by High Rise

Di Ilaria Collautti

high rise.jpgDirettamente dalla capitale britannica arrivano gli High Rise, quintetto post-hardcore che a metà settembre ha pubblicato il nuovo EP, Left It for Everything.

Composto da cinque tracce, il disco si apre con “Hands Untied”, un brano pesante e ritmato che alterna growl e pulito, dandoci subito l’idea di quale sia lo stile degli High Rise. Il riff dell’intro è sicuramente il mio preferito dell’EP, quindi non posso dire altro che ottimo inizio.

Segue il singolo “Piece by Piece” che mi piace solamente a tratti, nonostante musicalmente non si differenzi troppo dalla canzone che l’ha preceduta; “Reborn” è la canzone più cruda e aggressiva dell’EP, che presenta ritornelli più melodici e strofe più dure.

“L.I.F.E.” è la canzone più melodica e “lenta” del disco, si apre con un intro e qualche intervallo più leggero per poi tornare al growl nelle strofe; una buona alternanza che si amalgama bene al resto dell’EP senza allontanarsi dalle altre tracce.
Left It for Everything si chiude infine con “Vultures”, un concentrato esplosivo dai ritmi veloci che ricorda i The Ghost Inside; immancabili i soliti ritornelli più melodici in pulito, che – personalmente – apprezzo molto.

Gli High Rise sono una band promettente da tenere d’occhio se siete amanti del genere; Left It for Everything è ben strutturato e non annoia, nonostante le canzoni siano strutturalmente molto simili tra loro, il che comunque rende l’EP compatto.

VOTO: 3.5/5

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...