TOP BREAKUP SONGS

di Martina Pedretti

jimmy
Tra le chiare pagine del web si incontrano spesso storie struggenti di cuori spezzati e dell’odio che spesso ne deriva. Le dolci braccia consolanti dell’internet non sempre però possono portare sollievo o gioia, in quanto è comune il ricadere in una spirale viziosa in cui si continua a cliccare link consigliati su link consigliati fino ad arrivare a quello che suggerisce di fare a pezzettini l’ormai ex consorte. Io quindi sono qui per far sì che non finiate nella cronaca nera del bollettino di paese, ma per aiutarvi nel sfogare i vostri feels controversi con la musica!
Dalle origini della musica fino ai giorni nostri, l’amore e la sua crudeltà sono spesso stati al centro dell’ispirazione dei vari songwriter, così ho cercato di individuare alcuni tra i più indicati brani da ascoltare per superare, o almeno per accompagnare, un breakup.

Nel club delle donzelle degli anni ‘00 più amate, sul filone Disney Channel e derivati, abbiamo moltissimi esempi validi. Non siate scettici perché queste ragazze sanno il fatto loro, e insomma siete disperati, ascoltate il mio consiglio. La più famosa è la regina della trasgressività Miley Cyrus, quando ancora aveva i capelli marroni lunghi e invidiabili, con la sua 7 Things (dedicata a Nick Jonas, quel bel manzo). Questa la dovete ascoltare se pensate di avere ancora qualche speranza di un ritorno di fiamma o se siete rimati amichetti con il/la vostro ex. Dedicata questa volta a Joe Jonas, colpevole di essersi scordato il compleanno di AJ delle Aly & AJ, troviamo Potential Breakup Song, che già dal titolo vi fa capire che serve se siete proprio arrabbiati. La mia girl preferita è Ashley Tisdale, e la sua sempiterna It’s Alright It’s OK, che mi ha accompagnato per mesi quando il mio primo moroso mi aveva mollato per un’altra (IO PENSAVO FOSSE VERO AMORE, CI SCRIVEVAMO SEMPRE T.A.T!!!). Tra le più moderne principesse abbiamo Taylor Swift, e praticamente ogni sua canzone.

Per i poppunkers più accaniti che non vogliono smuoversi ho diverse proposte. Punto uno: l’intera discografia dei The Story So Far, ma questo non ho nemmeno bisogno di dirvelo. Passiamo poi a Gold Rush, dei Knuckle Puck, come anche No Good e Fences, dove la rabbia se la gioca a carte scoperte con le lacrime. Anthem di qualche anno fa è I Hope He Kills You degli Handguns, adatta a chi è stato mollato per un altro o un’altra. Se volete soffrire davvero tanto buttatevi su I Don’t Love You Anymore dei Real Friends. Poi la band più bella della storia, i City Lights, ha questo bellissimo pezzo, Lawnmower, che è proprio cattivo e super easycore.

Per i più nostalgici propongo la bonus track Time To Break Up dei blink-182, For You And Your Denial degli Yellowcard e dal disco di esordio dei Fall Out Boy, Tell That Mick He Just Made My List of Things to Do Today. Per par condicio suggerisco anche F.O.D. della band capitanata da Billie vomitino Joe.

L’ultimo paragrafo lo dedico ai miei beniamini, i Neck Deep . Tutti a bruciare i ponti, mandare a fanculo i soldi e la macchina di quel tizio che vi ha rubato la tipa, e giù di What Did You Expect? (SOLO la versione di Rain In July NON rimasterizzata). “I guess I’ll try to be the best I can without you here, I know I’ll find myself along this beaten track, I’ll have to let you go and let these ghosts stay in the past” in loop e tutto andrà bene. Ancora più positiva, nonostante sia straziante per i primi due minuti, è I Hope This Comes Back To Haunt You, dall’ultimo disco della band. Per me andrebbe bene anche tutta la loro discografia in realtà, anche se parlasse di bei cagnetti che si inciampano o che hanno un bel musetto, ma questa è un’altra storia.

State su amici, la vita a volte è cattiva, ma non ce l’ha con voi! Reagite e sfogatevi, la musica vi capirà sempre, che sia arrabbiata, triste o allegra. Nel dubbio, se nessuna di queste canzoni vi è servita passate a Voldemort dei With Confidence, che è la canzone dell’estate e sicuramente vi aiuterà!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.