“Celebrate” by Tiny Moving Parts

di Michele Pioveguado
tinymovingparts-250x250Forse voi non scandite la vostra vita in date di uscita dei dischi ma io sì, e sono così felice che sia il 20 maggio perché vuol dire che “Celebrate”, terzo disco dei Tiny Moving Parts, è ufficialmente uscito.
Lo streaming in anteprima su Noisey era accompagnato da una bella intervista che diceva “questo è un disco più ottimista e positivo” ma io non ci ho creduto nemmeno per un secondo, infatti è dal giorno della preview che vivo arrotolata a burrito in una coperta di pile color malva, schiavo delle mie stesse lacrime.

Se “Happy Birthday” mi aveva deluso e al contrario “Headache” mi aveva subito conquistato, l’interezza dell’album mi ha confuso, sconvolto ma anche rassicurato: i testi della canzoni sono così relatable da farti pensare “ah, ma allora non sono l’unico la cui vita è dominata dal disagio!”.
Il bello di Celebrate è che la band si muove in uno spettro di influenze più ampio del solito: si trovano miriadi di sfumature dal punk all’emo all’indie rock… e non manca il solito tocco math. Ma nonostante tutto è riconoscibile: ognuno dei pezzi non potrebbe essere altro che un pezzo dei Tiny Moving Parts.
“Stay Warm” è il mio brano preferito per le vive immagini del testo, mentre strumentalmente è “Breath Deep” il momento più forte: complesso, strutturato, di una finezza ed un’eleganza quasi inarrivabili.
Un ascolto intenso, tonificante, distruttivo. Uno dei migliori dischi del 2016.
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...