“Manhattan” by Casey Bolles

di Michela Rognoni

manhattanCasey Bolles è un hipster troppo giovane per avere barba e baffi da pettinare, il suo tenero faccino sbarbato e attira buffetti, infatti, grida “coccolami”; il suo songwriting malinconico e spavaldo, al contrario, grida “mettimi nell’iPod e non togliermi mai più per il resto dellatua vita”.
Dopo l’esordio con “Freshman EP”, Casey Bolles cambia completamene rotta e prima di tornare con il suo primo LP, ci regala “Manhattan” un EP di tre brani cover uscito il 22 Gennaio via Pure Noise Records.
In “Manhattan” le cover non si limitano ad essere una rivisitazione acustica dei brani scelti ma danno loro una nuova vita con una texture ricca di malinconia e sei arrabbiatissime corde.
E’ così che “Chocolate”, canzone pop più ballabile di sempre, diventa l’ultimo desiderio di un malato terminale, la confessione in extremis di un crimine passionale, o la delusione di quando il tuo migliore amico mangia l’ultima fetta di pizza.

”Going To Georgia” funziona un po’ diversamente perché nasce acustica ma Bolles la rende più moderna e ancora più psicopatica e dissonante, un po’ à la The Front Bottoms.

Ma è “Such Great Heights” la più irriconoscibile, passando dall’essere un upbeatissima canzone elettronica all’essere una potenziale ballata straziante dei Mayday Parade.

La creatività e la passione di “Manhattan” erano proprio ciò di cui il songwriter aveva bisogno per invitare i suoi fan a rizzare le orecchie in attesa del nuovo album. Ottimo lavoro.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.