Crowdsurfare con l’hoverboard – H2O @ Decibel, Magenta (MI) 21-10-15

Di Marty McFly

11143104_952819361446226_2353489684178192913_nCiao amici del futuro!
Per chi non mi conoscesse mi presento: mi chiamo Marty McFly e ieri sono arrivato nel vostro futuro con la Delorean di Doc. Saremmo dovuti essere ad Hill Valley ma, per qualche strana ragione – probabilmente un problema al flux capacitor – , siamo finiti in questa cittadina chiamata Magenta. Siamo arrivati vicino alla strazione ferroviaria e, mentre Doc stava cercando di capire quale fosse il guasto, ho deciso di scendere ed esplorare i dintorni in cerca di aiuto.
Dall’altro lato della stazione ho notato un via vai di gente vestita quasi come negli anni ’80, con i jeans strappati, le magliette nere delle band, i giubbotti di pelle, le creste colorate e anche qualche dread, e così ho deciso di prendere un hoverboard (che a quanto pare è uno skateboard che avete appena inventato e fluttua in aria invece di avere le ruote) per attraversare il sottopassaggio. Una volta scese le scale dei tizi loschi hanno tentato di derubarmi delle mie Mags (scarpe autoallaccianti, questo è proprio il futuro!) che avevo comprato nel pomeriggio in un centro commerciale molto piccolo e bianco che si chiama Idea Più, ma sono riuscito a scappare grazie all’ hoverboard.
Arrivato dall’altra parte ho trovato un locale, si chiama Decibel, dal quale proveniva della strana musica, un misto di rock grezzo e cantato in maniera quasi stonata. Non saprei dirvi che genere di musica fosse, ma questo è il vostro futuro, saprete individuarlo voi sicuramente meglio di me. Inoltre, sono arrivato proprio quando le band di apertura avevano già finito di suonare. Un po’ mi sono sentito un verme a non supportare la local scene.

Appena sono entrato ho visto la folla che si accalcava davanti al palco, ho deciso quindi di salire sulla balconata per capire un po’ cosa stava succedendo.
A quanto pare la band che si stava per esibire è una band originaria di New York e si chiama H2O, e hanno iniziato nel 1995 che non è tra molto tempo quindi quando torno nel passato magari tra una decina d’anni me li rivedo, o investo su di loro e divento megaricco.
Ho fatto amicizia con delle ragazze che stavano assistendo anche loro al concerto dalla balconata e mi hanno raccontato un po’ della band.

Marty che crowdsurfa con l'hoverboard
Marty che crowdsurfa con l’hoverboard

Questo è il tour per promuovere il loro nuovo album “Use Your Voice“, uscito dopo 7 anni dall’ultimo disco. Infatti, mi dicono che la scaletta è composta da canzoni di quest’ultimo, ma anche da canzoni più famose come “NTP”, “One Life One Chance”, “Family Tree”, “Everready”, “Thicker”, “I see in in us”, “Still here”, “Sunday”, “1995”, “Role Model”, “Guilty”, “Spirit of ’84”, 25 year plan”, “What happened”.
La band si muove tantissimo sul palco che è davvero piccolo, non so nemmeno come facciano a starci. Il cantante, Toby Morse ha una maglietta blu e dice un sacco di cose divertenti e motivanti, anche nelle canzoni, tutte che parlano di PMA, mi sento benissimo e penso: “di sicuro Doc. riuscirà a far funzionare la Delorean e tutto andrà per il verso giusto!”.
Loro sono un po’ vecchietti, mi ricordano tutti mio padre, tranne il batterista che dicono suoni anche in un’altra band ancora più famosa, i Rancid – mamma che brutto nome, un po’ mi puzza ahah!-. La gran cassa tra l’altro ha un suono bellissimo, sembra il rumore che faccio quando sparo alle cose in sala giochi, ma poi sentendo tutti gli strumenti insieme non si nota più questa cosa fortunatamente.
Il concerto è stato davvero devastante, non ero mai stato a concerti di questo tipo nel 1985, gente che pogava e faceva crowdsurfing, si vedeva proprio che questa band è molto sentita dai propri fan.
Ad un certo punto ho deciso di prendere parte al concerto più attivamente e ho deciso di crowsdurfare sulla folla col mio hoverboard, è stato magnifico! Finito il tutto, sono tornato indietro da Doc, che era riuscito a sistemare la Delorean, quindi siamo risaliti e siamo tornati indietro al 1985.

E’ stata una gran bella esperienza, questo vostro futuro è diverso da come me lo immaginavo, però mi piace abbastanza!

Arrivederci!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.