“Life’s Not Out to Get You” by Neck Deep

di Riccardo Volpe
neck deepIn data 14 Agosto, i Neck Deep pubblicano finalmente “Life’s Not Out to Get You“, sempre via Hopeless Records, a distanza di quasi due anni dal precedente LP, creando alte aspettative per vari motivi: il primo è la produzione curata da Jeremy McKinnon e Tom Denney (membri della band A Day To Remember) e da Andrew Wade, che ha curato lavori di band come Veara, A Day To Remember, Chunk! No, Captain Chunk!, e tanti altri; il secondo riguarda la fama raggiunta dalla band in questo periodo, che ha permesso ai 5 ragazzi gallesi di solcare i palchi del Warped Tour 2015.
L’opener “Citizens of Earth” risulta qualcosa di davvero inaspettato, grazie ai toni heavy che rivelano gli altri gusti musicali della band pur mantenendo un ritmo e un cantato davvero catchy.
Il full lenght però inizia sul serio solo con “Threat Level Midnight” e non si poteva desiderare una canzone diversa: pubblicata già anticipatamente all’ uscita del disco, ci accoglie con un’ intro upbeat che sfocia in un classico ritornello generic pop punk alla Neck Deep, che per quanto generico possa essere, si fa cantare davvero senza problemi. Il brano scivola senza preavvisi nel mega singolo con cui i Neck Deep hanno presentato il disco: “Can’t Kick Up the Roots“, l’ hometown anthem per eccellenza nonché la canzone più coinvolgente dell’intero disco e che rappresenta a pieno molte delle tracce contenute in esso grazie ai suoi ritmi dannatamente groovy e un ritornello che rasenta quello di una qualsiasi canzone pop. Il disco procede con “Kali Ma” che mantiene le caratteristiche citate in precedenza (salvo che per delle gang vocals potentissime proprio nel finale), arrivando a “Gold Steps”, l’altro singolo pubblicato per anticipare l’uscita del disco e che insieme alla successiva “Lime St.” e “Threat Level Midnight” segna concretamente quello che il frontman, Ben Barlow, aveva detto riguardo questo disco, descrivendolo come ciò che “Wishful Thinking avrebbe dovuto realmente essere”, ovvero mantenendo un sound upbeat ma che risulta sicuramente più ponderato.
Serpents” è probabilmente una delle canzoni più belle del disco e rappresenta tutto quello che è apprezzabile nel sound della band, un’ intro inizialmente tranquilla dà spazio a ritmi veloci e un cantato aggressivo, cambiando nuovamente le carte in tavola con una strofa e un ritornello che concretizzano la cupezza del pezzo il quale verrà concluso nuovamente con un impeto davvero notevole.

The Beach is for Lovers (Not for Lonely Losers)” rientra nel filone segnato da “Can’t Kick Up the Roots” mentre “Smooth Seas Don’t Make Good Sailors” rientra più nell’ottica di pezzi come “Gold Steps”. A dividere questi due brani c’è “December”, canzone acustica accompagnata da degli archi capace di dare una boccata d’aria decisiva al disco.
Questo full length si conclude con “I Hope this Comes Back to Haunt You” in linea con il resto del disco ma dai toni un po’ più malinconici dovuti ad un cantato più basso e con “Rock Bottom” che apre le danze con un riff di basso molto azzeccato e che a mio rischio e pericolo sento di dire che ricorda quelli di Sir Mark Hoppus; “Rock Bottom” non è un’outro epica ma chiude bene l’album difendendosi in modo deciso e senza risultare anonima.

Life’s Not Out to Get You” non presenta notevoli cambiamenti nella band e risulta effettivamente una miglioria del lavoro precedente, mantenendo il sound veloce (seppur in minor parte) e pulito che ha sempre contraddistinto i Neck Deep, dando spazio a ritmi più groovy e ad un cantato finalmente più vario e leggermente meno pulito (ma pur sempre overproduced). Sicuramente un buon disco, sarebbe stato un buon disco estivo se non fosse uscito a metà Agosto, il che ci fa supporre che l’estate ce l’avremo nelle orecchie anche per buona parte dell’autunno che verrà.


VOTO: 4/5

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.