“Ours Is Chrome” By Superheaven

Di Elisa Susini

superDal loro lavoro precedente che risale al 2013 ad oggi sono cambiate un po’ di cose per questa band. Prima di tutto il nome, prima si chiamavano Daylight ed adesso invece sono i Superheaven. Già con “Jar” ci avevano fatto capire che la loro svolta soft grunge era una cosa seria e con Ours Is Chrome, uscito il 4 maggio, confermano tutte le nostre supposizioni.

Ours Is Chrome è la conseguente evoluzione della band dal disco precedente, le melodie sono costruite in maniera impeccabile e il gioco dei riff si è fatto più heavy.

Una cosa che vorrei sottolineare è che chi chiama questo sound grunge o un revival degli anni 90 si sbaglia in pieno perché ascoltando i capisaldi del grunge, che possono essere i Nirvana, i Pearl Jam o i Mudhoney, il sound dei Superheaven è estremamente personale, moderno e molto lontano dalla durezza del grunge anni 90.

Il disco si apre con una delle canzoni migliori: “I’ve Been Bored”, ben tirata e ad effetto. In “Next To Nothing” il testo è duro quanto il sound: “I will try to scream / But I don’t have voice anymore – All the eyes on me / Watch me fall.

Altre tracce degne di nota sono “All The Pain”, dove voce, basso e chitarra si fondono alla perfezione, “From The Chest Down”, una canzone dall’atmosfera è nebbiosa e coinvolgente e “Poor Aileen” semplicemente per il fatto che è una canzone dedicata ad una serial killer, Aileen Wuornos.

Il problema di questo disco è che è l’ascolto risulta molto pesante perché che mentre in Jar era stato dato spazio a più sperimentazione, a più cambi di sound e di tempi, in Ours Is Chrome la band gira intorno al solito ritmo mid-tempo intorno al quale vengono costruite quasi tutte le canzoni e si sfocia nella ripetitività assoluta. Un’eccezione a questo però è la bella “Room.”

Sono comunque sicura che questo disco piacerà ai fan della band anche per la produzione, in mano al sempre presente Will Yip, che è di alto livello e il buon isultato è garantito.

Una cosa che mi ha colpito del disco è anche la spiegazione del titolo: Ours Is Chrome riflette quello che la band pensa di sè. Molti credono che la vita delle band sia piena di gioia, di soldi e felicità mentre Taylor Madison la vede così: “We don’t make a lot of money and life is not glamorous. It’s like chrome, something that’s shiny on the outside, but when you break it down, it’s just some bullshit that has silver stuff all over it. It’s not what it seems.”

2,5/5

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.