DRUNKEN REPORT: COLLEGE PARTY BOLOGNA | 03:27 | SPRING BREAK! (CHAPTER 6)

Di Giorgio Molfese

collegeComunque, si sa, le cene tra amici sono sempre il top. Pizza, torta con ripieno di crema e fragole, caffettino e siamo pronti per partire, in ritardo, per Bologna!
Con Vodka, birra, redbull, patatine menta e peperoncino (che ti mandano all’altro mondo tra l’altro da quanto sono buone) prendiamo la mitica 206, spariamo Playing Dead dei Chunk! No, Captain Chunk! E partiamo dal qualunquismo di Santa Maria di Non in direzione College Party!
Stasera suonano OVER, band a cui personalmente sono molto legato, e quei cattivoni dei The End At The Beginning.

Padova – Bologna in meno di un’ora e siamo qui. Cioè qui per modo di dire visto che il parcheggio è una cosa da pazzi in centro da queste parti. Si lascia tutto in stazione e ci avviamo a piedi verso il Millenium, ci perdiamo tipo 6 volte grazie alla prontezza del navigatore Nokia e all’inutilità di quello dell’Iphone ma alla fine riusciamo a metterci in coda.

Qui cominciamo a trovare qualche amico tipo i Raise Your Fall e la nostra Giulia preferita che ci comunica allegramente che gli OVER stanno suonando e non riusciremo mai ad entrare in lista.

Alla fine ci fiondiamo dentro e nada OVER. Comunque ho chiesto ai ragazzi com’era andato il set e hanno detto che è stata una figata e tutto è andato bene quindi big up, andateli a vedere!

Pacchiamo il guardaroba per ragioni economiche ma riusciamo comunque a sbarazzarci delle giacche. Il posto è piccolo e caldo ma boh ha qualcosa che mi piace un sacco. L’atmosfera da festa è già padrona e ci spariamo il set dei The End At The Beginning.

Oh, cazzo, sono bombe! Avevo già ascoltato qualche pezzo ma fanno davvero volare anche live! Così tra un pogo e l’altro il live scorre via senza problemi, la gente è presa bene, ci si diverte ed è tutto bellissimo!

Nonostante la coda per arrivare dal nostro più caro amico, l’alcool, riusciamo a buttar giù qualcosa e scivolare velocemente nella saletta più piccola, accolti da Shake It dei Metro Station, si ritorna al 2007! Quale pezzo migliore per cominciare a saltare ovunque?!

Nell’altra saletta vanno di commerciale e varie cose più electro quindi ovviamente noi decidiamo di passare la serata nel delirio pop punk.

Continuiamo a trovare gente, band varie, amici e così via. Il video della serata sicuro sarà una figata, le foto anche.

Sparano Chunk, A Day To Remember, The Maine, The Used, Enter Shikari, Hellogoodbye, The Story So Far, Neck Deep, All Time Low e tutte le cose più belle del mondo. Gente balla, gente suda, gente poga, gente salta, gente limona e chissenefrega la serata è pazza, c’è il Beer Pong, il Twister e le Cheerleader e va bene così.

Ad un certo punto è apparso anche un Albus Silente selvatico, o forse più un Saruman. La gente ha fatto più foto con lui che con i propri amici!

Dopo ore a ballare e saltare per il locale, qualche shot di tequila e un paio di drink decidiamo che è meglio cominciare a racimolare ciò che rimane di noi e incamminarci verso la macchina.

Salutiamo tutti quanti, compreso Fede (batterista degli Over) morente in maniche corte steso sul marciapiede fuori dal Millenium che è sempre e comunque il mio preferito.

Notiamo solo ora che è un pelino tardi, torneremo a casa alle 7 di mattina, dopo aver ammirato un’alba meravigliosa, ma chissenefrega, la nottata è stata fighissima e da rifare millemila volte.
Big up per il College Party! Una delle feste più fighe a cui sia mai stato!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.