“No Brain, No Shame” by Malemute Kid, Dear Dust, Low Dérive, Onoda

Di Elisa Susini

20150210-154846-af25916524388395724b1fb899b920d3-680In occasione del tour che partirà fra poco e che coinvolgerà tutte e quattro le band presenti fra marzo e aprile, Malemute Kid, Dear Dust, Low Dérive e Onoda hanno rilasciato, il 10 marzo, tramite Lonely Raven Records e Let’s goat Records, lo split dei campioni, “No Brain, No Shame”.
E’ diviso in lato A e lato B dove sono presenti corrispettivamente una canzone propria e una cover per ognuna delle band; la grafica della copertina è stata ideata dall’ormai onnipresente Alberto Becherini.
Iniziano i Malemute Kid con “Filler” un pezzo che si apre con delle chitarre pop-punkeggianti che contrastano a meraviglia con la voce graffiante del cantante. E di filler c’è veramente poco perché è il brano perfetto per aprire questo split.
I Dear Dust senza giri di parole ci sganciano “About The Haze”, pezzo che racchiude tutto quello che sanno fare meglio. Il brano è tiratissimo, c’è il loro tocco dark sempre unito a delle melodie che funzionano benissimo, un bridge in crescendo, le lyrics cupe e le urla. C’è tutto quello che vorreste ascoltare dai Dear Dust.
La canzone dei Low Dérive si chiama “Monday, September 8th”; ha uno di quegli intro lunghissimi, con la struttura a climax che fa molto anni ’90 e che va costruire tutta la canzone girando intorno alla frase “Everybody can say it’s over”, il tutto unito al sound fresh della band. Stupenda.
Anche gli Onoda spaccano con un pezzone agguerritissimo, “Forget Forgot Forgotten”, che va a chiuedere il lato A dello split. “I don’t need to demonstrate what I have inside, I don’t feel alright. Idon’t feel alright”.
E sono ancora loro a dare il via al lato B con una gran bella cover di “Strangled” degli Osker.
La cover dei Low Dérive è atipica, nel senso che hanno scelto di coverizzare una band lo-fi non troppo famosa ma molto bella, i The Heat Tape, con il brano “Four-Track Mind” in versione più punk rock.
I Dear Dust sono impeccabili come sempre con la cover di “Skulls” dei Misfits e anche i Malemute Kid rendono alla grande “Choices Made” dei CIV.

L’unica cosa da dire su No Brain, No Shame è che è il lavoro più bello dell’anno made in Italy perchè queste quattro band sono il meglio del meglio che la nostra scena può offrire quindi non perdetevi l’occasione di vedere dal vivo il dream team del punk rock italiano nelle seguenti date:

21/03@ Dalla Cira (Pesaro)
27/03@ Lavanderie Ramone (Torino)
28/03@ Honky Tonky (Seregno, MB)
04/04 @ Alvarado Street (Roma)10/04 @ Surfers Joe (Livorno)

Voto: 5/5

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.