“Mend, Move On” by Trophy Eyes

tropDi Umberto Damigiano

Quasi un anno fa mi accingevo a scrivere la mia prima recensione, facendo attenzione a forme lessicali e grammaticali per cercare quantomeno di essere “professionale” (aim a trabolmeicher pretende solo uno staff di un certo livello), e quindi alla fine venne pubblicata la suddetta recensione di Everything Goes Away, primo EP dei Trophy Eyes il quale mi colpì già dal primo ascolto; dopo una decina di mesi il quintetto australiano decide di pubblicare il suo primo Full-Lenght ovvero Mend, Move On uscito un paio di giorni fa per la Hopeless Records, ormai nota etichetta indipendente.

Tutte le tracce sono intrinseche di un’ introspettività che riguarda   il cantante/frontman della band John, che già da quanto dedotto dal precedente lavoro ha passato un’adolescenza abbastanza turbolenta causata dalla perdita di amici e dall’ allontanamento dalla propria famiglia, per poi dar spazio ai problemi legati all’ alcool, ebbene tutte queste storie si intrecciano tra loro mostrando tutto il risentimento, la frustrazione e il dolore che hanno colpito John, il quale attraverso la sua voce stridula, piena di rabbia e in perfetto stile Scream si “libera” dalla morsa dei suoi spettri passati e con una grinta che proviene dalla forza di volontà che a volte solo la musica e le persone che contano davvero possono donarci.

Per quanto riguarda il sound la band prosegue sulla stessa strada intrapresa agli albori con Everything Goes Away, arrangiamenti diretti e veloci che però mostrano la loro dinamicità alternando l’energia e la potenza dell’Hardcore Melodico a momenti più riflessivi e quindi di conseguenza più lenti e contenuti, se possono essere definiti tali.

Concludo dicendo che questo LP non ha deluso minimamente le aspettative che avevo per questa band, che con la pubblicazione di quest’ultimo ha potuto consacrare definitivamente la propria essenza e lasciare un’impronta indelebile nell’attuale e a quanto pare prolifica scena DIY Punk.

Voto: 4/5

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.