L’ormone impazzito: Frank Iero

03_HFrank Anthony Thomas Iero è nato a Newark la notte (o il giorno, bisognerebbe chiedere a sua madre) di Halloween del 1981, fatto che fa già abbastanza ridere dato il soggetto, ed è noto, oltre che per essere stato il chitarrista dei My Chemical Romance, per essere figo e rotolarsi sul palco. Da vero Jersey Boy si alimenta di musica ed è, volendo, anche figlio d’arte (almeno secondo Wikipedia). Il suo più grande difetto è che tra le sue band preferite compaiono quelli verdi che portano sfiga, mentre il suo più grande pregio è che ultimamente ha deciso di farsi ricrescere il ciuffo, motivo di sospiri dall’uscita di “Three Cheers For A Sweet Revenge”.

In breve la sua vita è questa: tutto bello finché succede che i suoi divorziano (perché la vita è mattacchiona), diventa megapovero e si ammala pure di un sacco di robe, tra cui il virus di epstein-barr (fonte sempre wikipedia); in tutto ciò fa un collegamento mentale che solo lui può capire e si getta sui Nirvana e sul punk rock. Da quel momento in poi continua a fondare band a caso mentre i suoi compagni di università gli dicono che è frocio; ma lui è simpy e la prende sul ridere e chiama “pansy” (dispregiativo per “effeminato”) la sua chitarra. Poi finalmente fonda i MyChem e comincia ad essere universalmente riconosciuto come figo e a suonare con la testa sul palco e le gambe in aria. Non a caso poi vince anche il premio PETA come vegetariano più sexy.

Il punto più triste della sua carriera è senza dubbio il periodo “black parade”, momento che coincide con il taglio del ciuffo, seguito poi dal periodo “Leathermouth”, in cui compariva a volte con dei ridicoli baffetti (che poi non ci piaceva molto neanche la band perché essendo una band hardcore era troppo hardcore per noi).

Ripresa totale nell’era “Danger Days” in cui i capelli tornano lunghi e lasciano presagire un possibile ritorno del ciuffo, e si ricomincia coi sospiri. Poi colpo di scena: dopo un album di dubbio gusto, i My Chemical Romance si sciolgono. Ma tutti sapevamo che Iero non si sarebbe fermato, perché è ancora troppo figo per fare il pensionato e ritirarsi a pescare tipo nel Vermont; e infatti, ecco che fa un altro paio di band a caso e poi lancia il suo progetto solista Frnkiero and the Cellabration – nome oltremodo bimbominkioso – dove da Cellabrare c’è innanzitutto il vero ritorno del The One and The Only ciuffo da emo.

Nel frattempo ha trovato anche il tempo di sposarsi e avere tre figli, ma di loro non parliamo perché non hanno il ciuffo. Per ora.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.