“cLOSERS OR LOSERS” by cLOSERS

Di Ilaria Collautti

closersA marcare il suolo italiano fin dal 2007, ci sono gli anconetani (o anconitani?) cLOSERS, che a gennaio hanno pubblicato il loro secondo EP “cLOSERS OR LOSERS”, composto da 7 tracce.

L’influenza blinkiana e Green Dayiana si nota – forse anche troppo – fin dal primo pezzo “Afterthoughts”, sia per quanto riguarda i ritmi di batteria e gli accordi, sia per i suoni della chitarra, sia per le linee vocali.

A seguire c’è “Sweetchuck” che, devo dirlo, proprio non mi piace. È TROPPO già sentita e la voce (sia per note che per intonazione e pronuncia) mi fa venire voglia di skippare presto, approdando tra le note d’apertura di “The World Is Just Out of Here”. Una copia di mille canzoni dei Green Day, senza niente di innovativo.

E il discorso prosegue con le seguenti “L.A. Party” (che dava il titolo all’EP precedente della band), “Wilmington Summer Break” – che forse, per quanto ripetitiva, è comunque quella che si allontana un pochino dalla linea blinkiana del resto dell’EP – e “So Together”, una traccia semi-acustica.

A chiudere il disco c’è “Is She Wrong” e davvero, vorrei non fosse così. Canzone quasi riuscita dal punto di vista ritmico e di catchy-osità, ma con errori imperdonabili: abbinamento di accordi e linea vocale totalmente sbagliato, facendo risultare la canzone stonata e traballante. NO enorme.

Mi dispiace doverlo dire perché sono stata anche io dalla parte delle band e so che non è sempre facile sentir criticare i propri sforzi, ma davvero, speravo che ormai fosse passata la moda di copiare pari pari i Blink e i Green Day, cercando di creare musica più personale ed elaborata.

Le canzoni (abbastanza orecchiabili e non totalmente da buttare) sono comunque parecchio banali e ripetitive, troppo sulla scia di band già esistenti e troppo simili tra loro.

Un altro grande problema (oltre all’intonazione spesso imprecisa) che affligge l’80% dei cantanti italiani è la pronuncia – fondamentale per chi vuole cantare in una lingua che non è la propria.

VOTO: 2/5

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.