Record Stories: Gio

facciaSono appena tornato dallo Slam Dunk con mille CD nuovi e mi tocca fare il Record Stories, sono proprio sfortunato!
Sia chiaro, sono il primo a dire “aspetta, vedo se l’hanno leakato”, ma in realtà sono abbastanza pro il comprare i dischi, infatti spesso dopo averlo downloadato, alla prima occasione ordino la copia fisica.
Di CD ne ho parecchi nonostante io sia povero, con le tasche bucate (la storia è: o vado ai live, o mi compro i dischi. Entrambe le cose è un po’ dura!) e non abbia mai avuto uno stereo in cui ascoltarli se non un coso fine anni ’80 appartenente a mio fratello il quale faceva girare prevalentemente 883, Jovanotti e FatBoy Slim.
Orsù, gente, alle barche! E bando alle chiacchiere futili, cominciamo!
DISCO PREFERITO
“Pardon My French” – Chunk! No, Captain Chunk!

chunkVabbè, cosa vi aspettavate? Ho visto “crescere” i Chunk, me ne sono innamorato al primo ascolto. Inizialmente mi piaceva il nome, così strano e diverso dai soliti “The aojfhriwfa” che girano.
Senza contare che i Goonies sono tipo la mia infanzia e quindi erano già millemila punti in più.
Nonostante “Enema of the State” significhi più o meno tutto per me, penso che questo disco sia la perfezione. È un heavy-pop punk (che io ormai definisco Chunk-core) che mette insieme tutto quello che mi piace della musica che ascolto. Penso che l’esempio perfetto sia “Taking Chances” che ha davvero TUTTO.
E poi boh, mi trattano da amico e ogni volta che li vedo fanno molto per me, quindi senza nulla togliere agli altri io dico Frenchship.

dude

PRIMO ACQUISTO
“Dude Ranch” – Blink 182

Per forza, dai, comprato nel 2000 alla tenera età di 9 anni. Inizialmente lo presi perché conteneva la mia canzone preferita di allora, “Dammit”. Non sapevo assolutamente niente dei Blink 182; chi fossero, cosa facessero o che facce avessero!
Però che bomba era (ed è) Dammit? Io facevo finta di suonarla e cantarla nell’ingresso di casa mia, scivolando sulle ginocchia e spaccando i pantaloni del pigiama con mia mamma che mi urlava dietro qualsiasi cosa.
Poi vabbè il primo vero disco è stato un “Hit Mania Dance” comprato dalle bancarelle dei marocchini verso la Basilicata ma non conta, no?

ULTIMO ACQUISTOreal

“Put Yourself Back Together” – Real Friends

Uhm… come ho detto nell’introduzione, sono tornato dallo Slam Dunk con vari dischi. Siccome il banchetto dei Real Friends è stato l’ultimo ad essere allestito… ecco qui!
A dirla tutta ho appena ordinato online l’ultimo dei City Lights, il nuovo dei Real Friends in uscita a luglio e anche il deluxe di Pardon My French ma parlando di dischi che ho fisicamente tra le mie mani, l’ultimo è questo!
L’unica cosa che posso fare per motivare quest’acquisto (a parte il fatto che i Real Friends sono la band della vita e stabili nella mia top 3) è citare una frase sul retro del disco: “This is a collection of songs about loneliness, sadness, frustration, and getting past those feelings. I’m sure you have dealt with the feelings I speak of, and I’m sure you’ll deal with them again. You’re not alone, trust me. But when all of the pieces fall apart, you have to put yourself back together”.

transitDISCO CHE TI SEI STANCATO DI ASCOLTARE
“Listen & Forgive” – Transit

Non è che mi sono stancato di ascoltarlo, eh, sia chiaro! Appena uscito l’ho ascoltato per mesi e mesi di fila! Perché è qualcosa di diverso, qualcosa di più tranquillo e maturo. Ha dei suoni meravigliosi e per me boh, è la svolta.
Non gira più nelle mie playlist come una volta ma è sempre bello quando il “casuale” di iTunes fa partire “Long Lost Friends”.

 

 

chunksomethingARTWORK PIÙ BELLO

“Something for Nothing (2010)” – Chunk! No, Captain Chunk!

Non c’è nemmeno da discuterne. Io sono un amante del fantasy e boh, questa copertina mi ricorda tanto tanto tanto uno di quei mondi di cui ho sempre letto nei libri. Avete presente il cliché tipo “sotto i rami di quella vecchia quercia troverai il segreto del tesoro del più grande drago pirata di tutti i tempi…” e cose varie, no?
Poi ci sono affezionato, è la versione giapponese con la bonus track.

wpaDISCO CON LA STORIA PIÙ MATTA

There’s I in Win” – Well Planned Attack

Storia più matta… vabbè, sono parole grosse, ma non avendo altro a disposizione vi racconto questa!
Ho visto live i WPA per la prima volta ad una specie di sagra/fiera/festa per la donazione del sangue e mi sono piaciuti subito. La povera Cice, già amica della band, ha chiesto circa 645 volte di poter comprare il disco ma a quanto pare era sold out. La band però ha promesso che gliel’avrebbe portato appena possibile!
Passano giorni, mesi… e noi continuiamo ad andare ai live dei WPA ma del CD neanche l’ombra.
A quel punto, quando ormai la fissa era totale, mi dico: cazzo, lo voglio anche io!
La Cice parte per Monaco, Fabio (voce e chitarra) torna da Valencia per girare il nuovo video della band e boh, mi regala l’ultima copia del CD.
Scusa, Cice, tivibi!

QUELLO CHE VORREI PER IL MIO COMPLEANNOsofà

“What You Don’t See” – The Story So Far

In realtà ne ho chiesti altri per il mio compleanno (come dicevo qui sopra, Deluxe dei Chunk, ultimo dei City Lights e nuovo dei Real Friends) ma visto che questi “altri” sono in arrivo da qualche città d’oltreoceano, sparo questo!
Un altro disco che ho scaricato e che vorrei avere modo di toccare. Penso che il mio Vaio si sia stancato di riprodurlo a ripetizione…

QUELLO DA ASCOLTARE MENTRE MANGIO LE UOVAfnb “Off the Deep End” – The Friday Night Boys

(Nonostante “The Finer Things” degli State Champs e “Dress Up to Get Down” dei Notimefor mi tentassero molto)
Le uova per quanto mi riguarda sono un rimedio anti-depressione. Quelle al tegamino com wurstel e mozzarella sono una cosa che throw me away.
I Friday Night Boys si sono sciolti, ed erano una delle mie band preferite in assoluto. Mi sono disperato per giorni e giorni.
Quindi se ascolto questo disco e contemporaneamente mangio uova… non dovrei avere ripercussioni! Una specie di “Buttered cat paradox”, non so se avete presente. Moto perpetuo e cazzate varie. Ok, la smetto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.