“Ciao Amici!” – MxPx + Kristopher Roe + Hard Landing + Dear Dust + Falling Here @ Traffic, Roma 01-05-14

Di Tatiana Rettore

mxpxPer l’occasione, la nostra inviata speciale (non è vero, non siamo abbastanza ricche per avere un’inviata speciale) ci racconta in termini caramellosi e zuccherofilati tutto quello che è successo al Traffic di Roma in occasione del concerto di Mike Herrera e amici

Ciao amici!
Ieri a Roma hanno suonato gli MxPx per la prima volta e siamo stati un pubblico fantastico!

Le band di apertura sono state gli Hard Landing, i Dear Dust e Falling Here.

Gli Hard Landing hanno aperto con “Born Wrong”, c’è stata una cover di “Soco Amaretto Lacrime” più bella del solito, e hanno chiuso con “Seventeen”.

Con i Dear Dust, come d’abitudine, la gente volava.
Hanno suonato una canzone nuova che il pubblico ha apprezzato!

Ho speso poche righe per loro, ma tanto lo sapete che sono le nostre band romane preferite, non c’è storia, fanno il culo a tutti.

Vi ricordate il mio pregiudizio verso le band con la cantante donna?
Bene, siccome non sono più la hater di una volta, ho rivalutato tantissimo i Falling Here quindi io e la mia crew abbiamo fatto un po’ di macello sulle note di “Start Over Again” e “Party Song”.

10154067_10203830272101099_8728003896603525152_nFinalmente dopo un’attesa snervante il nostro ciccio Kris è salito sul palco e ci ha regalato uno spettacolo “de Kristo”.
Ha aperto con “In This Diary”, quindi urla, lacrime, bordello.
Non poteva iniziare meglio la performance.
Mentre era sul palco ci ha raccontato un sacco di cose, tipo che ha scritto “I Won’t Spend Another Night Alone” su un aereo mentre tornava in California, che ha scritto “I.O.U. One Galaxy” per la sua ex moglie, che è stato in Italia per la prima volta nel 1999 e in quell’occasione sono successe cose che non poteva raccontarci.
Ci ha fatto emozionare troppo con “The Saddest Song”, e per chiudere in bellezza ha suonato “The Boys of Summer” tra il pubblico.
E’ rimasto davvero sorpreso e contento del calore ricevuto dai fans.
Ha interagito con noi e si è divertito tanto.

Dopo ore di casino, spinte, e con la voce che era già andata via, il nostro Mike sale sul palco e inizia un concerto che ricorderemo “for the rest of our lives”.

Come ho già detto era la prima volta che suonava a Roma, ma, come non tutti sapevano, ci era già stato in vacanza lo scorso anno! Ed è anche rimasto bloccato in un ascensore senza telefono.

La scaletta è stata molto lunga.
10295756_10203830274021147_8148968798132978329_nHanno aperto con “Tomorrow’s Another Day” e chiuso con “Punk Rawk Show”.
Il pubblico era completamente fuori controllo durante ogni canzone, da “Aces Up” a “Far Away”, da “Andrea” a “Doing Time”, da “My Life Story” a “Move to Bremerton”.

Poi Mike ci ha chiesto se volevamo ascoltare qualche canzone in particolare, io e Denise volevamo This Weekend e quel simpaticone di Herrera ha declinato gentilmente la nostra richiesta dicendoci che il weekend era vicino. Mi ha fatto ridere.

Siamo stati un pubblico pazzesco, ho lottato per la prima fila e mi scuso per i calci che vi ho dato, anche se il maniaco della seconda fila se li meritava tutti.

Chiudo con una frase molto mainstream..these are the best days of our lives.

Ciao Amici!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.