10 Conseguenze Inevitabili Del Mettersi i Tacchi Alti ad un Concerto

Di Michela Rognoni

Warnings: Se non vi piacciono gli stereotipi andate a leggere gli articoli sui gattini.

gallerymainamandaseyfriDurante gli anni d’oro del rock ‘n roll e fino alla fine degli anni ’80, erano definite “groupie” quelle ragazze che seguivano le band per gran parte delle date del tour, compresi after party, viaggi scomodi e letti degli hotel – (cito wikipedia) “divenendo quindi vere proprie componenti del loro entourage”.
Le groupie di oggi invece – e qui Pamela Des Barres si costruisce una tomba per rivoltarcisi dentro – non sono altro che ragazze normali che entrano ai concerti pagando il biglietto come persone normali (o facendosi accreditare senza nessun motivo apparente), si mischiano al normale pubblico ma… portano i tacchi.
Il punto a loro favore è che questi tacchi – insieme con un abbigliamento ai limiti del pudore – le rendono particolarmente riconoscibili e nel migliore dei casi alla fine riescono addirittura a conquistare il cuore del musicista dei loro sogni non troppo ricorrenti.
Almeno per una sera.
Ma prima di riuscire ad incontrare la band, le nuove groupie devono riuscire a superare delle spietate prove fisiche e mentali per sopravvivere alla crowd ed arrivare a fine concerto senza nemmeno il mascara sbavato. E non è cosa da tutti: eccovi perciò le 10 conseguenze inevitabili del mettersi i tacchi alti ad un concerto, spiegate  caso per caso.

10) Aprono i cancelli, la Groupie corre per conquistare la prima fila, ma inciampa ancora prima di farsi strappare il biglietto. madonna_stampelle_palestra
Gli altri partecipanti (chiaramente si tratta di un concerto in Italia, negli altri stati mica succedono queste cose) non si curano di lei, ma guardano e le passano sopra facendole arricciare i capelli, rompere le unghie e facendole finire come delle handicappate (cioè in stampelle, come Madonna tipo, anche lei è finita in stampelle dopo essere caduta dai tacchi alti, sarà mica la loro role-model…).

9) La Groupie riesce ad entrare sana e salva nel locale, però il locale è lo headbands-coachella-39-1024x6831-450x300stadio di San Siro perché vuole fare la Groupie di Vasco, Ligabue, i Negramaro o gente del genere. E lei ha il biglietto per il parterre.
Non riesce a camminare bene e cade, viene rapita de alcuni moderni hippies che pensano che si sia volutamente seduta con loro per condividere del buon fumo, dunque la Groupie si farà prendere dall’ eccitazione del momento e proverà tutte le droghe disponibili. Ovviamente sarà l’unica poveretta che si fa una pera una volta e muore.

8) La Groupie temeraria e sempre pronta ad abbracciare la scena url3underground del momento si reca nel seminterrato di un wine bar, senza finestre, per godersi le note intellectual chic di una band indie rock unsigned proveniente dal sud del Galles. Ingresso cinque sterline nonostante il concerto abbia luogo a Milano, tipo in zona Navigli.
La Groupie entra e si posiziona al centro del locale, non troppo avanti ma nemmeno troppo indietro. Purtroppo però perde l’equilibrio mentre si fa una selfie e cade attirando verso di lei il discorso sociale di tutti gli hipster presenti che non la deridono per essere caduta ma perché le sue Jeffrey Campbell sono evidentemente l’ultimo modello e quindi niente di Vintage.

7) La Groupie dei concerti pop punk è l’unica a non indossare la maglietta di tumblr_mzve31ynGM1t2pxrao1_400una band diversa da quella che suona e a non avere un beanie in testa nonostante sia ferragosto.
Per farsi notare dal lead singer si fa strada a poco a poco per raggiungere le prime file mentre il suo leadsinger si diletta in un discorso stile “i hate my town, my parents never supported me, let’s eat some pizza” dopodichè alza lo sguardo e la nota, canta strofa e ritornello e al momento del breakdown si lancia su di lei: lei alza le braccia per sorreggerlo, ma i suoi tacchi a stiletto non possono reggere entrambi, si piegano e lei cade in terra, le pop punk girls la vedono e fanno apposta a calpestarla perché è una poser e sa solo le parole dei singoli, mentre i pop punk kids la calpestano perché vogliono solo imitare il cantante e crowdsurfare.

6) crabCome il punto 7 ma il concerto è hardcore/metalcore/qualcosacore per cui stessa storia, ma non esistono altre tipologie di ragazze al concerto (al massimo sono Groupie con gli anfibi) e i ragazzi la calpestano durante i loro stupidi balletti che includono salti fuori misura e pugni al cielo.

 

5) tumblr_ml03irl7u71s06d1wo1_500Concerto Punk, il frontman parla con la Groupie sui tacchi attratto dal suo aspetto fisico.
Scopre che non sa niente di politica, decidedi farsela lo stesso e la contagia con qualche malattia infettiva.
4) Concerto pop punk old school late 90’s early ’00, la Groupie si fa notare tumblr_n4uxyxdjdc1r4z7iso3_400certo, somiglia troppo alla prom queen che ha dato buca al chitarrista.
Lui timido si avvicina e le parla, stanno fuori tutta notte a parlare del bullismo e dei broken hearts, lei si improvvisa sensibile e comprensiva, lui continua ad essere un cazzone sfigato.
La madre di lei passa a prenderla in macchina. Lui va con la madre perché ha un debole per le MILF.

3) La Groupie è al centro del mosh, immobile, quando un nerd con la maglia di wallGames Of Thrones le tira una gomitata, lei instabile sui tacchi cade.
Proprio in quel momento il cantante decide di lanciare un wall of death. Lei prova adalzarsi ma non fa in tempo e viene investita da orde di metallari anfibi-dotatie muore per asfissia.

2) Concerto Black Metal, la Groupie è ovviamente capitata lì per caso, voleva chiesasolo vedere l’opening local band che di solito suona un genere che non c’entra niente compreso tra il deathcore e il thrash metal, solo per provarci col batterista.
Ma essendo l’unica nel locale ad avere capelli biondi ricci, labbra rosse e un abito non nero, viene notata dal cantante della band headliner, scambiata per una vergine e data in sacrificio a Satana.

1) La Groupie riesce senza troppi problemi a sopravvivere al concerto, mzjAgQ73G21TvzFgHJmgA7wapproccia il cantante, lui le offre da bere, parlano per ore di qualsiasi cosa, ma alla fine lui è gay.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.