TOP 10: Punk Rock Covers

punk_rock-479213di Leonardo Passari

 
Mettere in ordine di preferenza queste Punk Rock covers in alcuni casi è stato difficile e a tratti straziante, non nego che più di una lacrima ha bagnato le mie candide gote, ma sulla top 3 non ho avuto nessun dubbio, here we go:

10.  Spiderman – Ramones (1995)

siperman giustaLa classica sigla dell’Uomo Ragno in versione happy Punk Rock è contenuta nell’edizione giapponese di ¡Adio Amigos!. Ancora più divertente il video con i Ramones versione cartoon mentre Spiderman salva la città dal crimine.

 

9. Ring Of Fire – Social Distortion (1990)

Social Distortion - Ring Of Fire - 5- CD SINGLE-353059Mike Ness è un friendzonato d’onore, forse tra i pionieri dello stabile rapporto Punk-Friendzone, e sceglie un Johnny Cash d’annata 1963 per darci un’idea di quanto possa bruciare l’amore.


 

8. Surfin’ Bird – Ramones (1977)

ramones_surfin-bird_f-upAncora i Ramones in classifica con la cover dei The Trashmen di questa epica canzone che sembra scritta appositamente per il quartetto di NY dato il testo ridotto all’osso e la difficoltà tecnica pari a zero, non so se sia meglio dell’originale, who knows..

 

 

 

7. Police On My Back –  The Clash (1980)

ClashCover di un vecchio brano del cantante reggae Eddy Grant contro le persecuzioni dell’apartheid in Sudafrica, “I’ve been running monday, tuesday, wednesday, thursday, friday, saturday, sunday, what have I done?”.

 

 

 

 6. My Generation – Green Day (1990)

Green-Day-Kerplunk-Del-1992-TraseraKerplunk, il fratellino maggiore(?) di Dookie si chiudeva con questa versione Pop Punk dell’inno dei The Who, molto meglio della cover degli Oasis IMHO.

 

 

 

5. Stand By Me – Pennywise  (1992)  

a wordNon solo hanno affrontato una delle canzoni più famose del mondo ma non sapevano che quattro anni dopo Timon e Pumbaa ne avrebbero fatto un’interpretazione insuperabile. Nonostante tutto reggono il confronto, stoici.

 

 

 

4. What a Wonderful World – Joey Ramone (2002)

joeyNon aveva una gran voce, non era un grande scrittore ma non gli serviva neanche di muoversi sul palco per far impazzire prima New York e poi tutto il mondo, ci ha lasciato con questa celebre ed emozionante versione Punk di “What a Wonderful World” contenuta nel suo unico album solista che purtroppo non vide mai uscire.

 

 

3. I Fought The Law – The Clash (1979)

I_fought_the_lawInterpretazione di un rockabilly del 1959 di Sonny Curtis, la storia di un operaio innamorato e di una sconfitta contro la legge, “I fought the law and the law won!”. Significativa l’intensità nel live di questa canzone, con un Joe Strummer quasi epilettico. Perché certa gente ci lascia? bah.

 

 

 

2. Love Buzz – Nirvana (1989)

Nirvana-LovebuzzcoverI Nirvana hanno ridato vita a gruppi come i The Vaselines grazie alle varie interpretazioni nel celebre Unplugged in New York, ma la mia preferita sarà sempre Love Buzz, Rock psichedelico del 1969 degli Shocking Blue, gruppo preferito di Krist Novoselic. Mi raccomando, rigorosamente Live at Reading 1992.

 

 

1. A Letter To Elise – blink-182 (2004)

Io non lo so, ma Mark Hoppus che canta di fronte al suo idolo Robert Smith con la voce stonata un po’ perché è Mark e un po’ per l’emozione, in quell’atmosfera gotica, con una canzone così intensa, con Travis perfetto come sempre e Tom perfetto come mai è molto, molto bello. Complimenti. A me.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.