La Lista Dei Buoni

listaVediamo un po’ chi è stato buono…

Il chili hot dog del Surfer Joe è buono ed anche i toast del Lo-Fi, e questo ci riporta alla nostra band preferita, i Versus The World, che sono belli bravi e morbidi, alcuni sono alti, altri si chiamano Caraffa che è dove si mette il vino. Insieme a loro ci sentiamo, ehm, basse. E in famiglia.

Poi ci sono gli Ataris che anche se secondo voi no per noi sì.
Avete presente quando avete paura di incontrare qualcuno perché magari non è come ve l’eravate immaginato?
Grazie al cielo non è questo il caso.
Volevamo citare Tom perché si merita in particolar modo di essere chiamato “buono”.

O si, e poi i Cancer con qualsiasi line up, che non impareranno mai a scrivere correttamente “Chiara”.

Scotty, il quale, anche quest’anno, doesn’t know e non ha neanche lo spazzolino.

Il biondo dei The Arteries, o ciò che ne rimane.

Beckett e McMahon perché allo Slam Dunk hanno cantato “Sputter” e catsopheega life made.

La figlia di Beckett perché ci abbiamo vaneggiato per due ore.

Andé D’Mello unica luce nel tunnel di Manchester.

Il Forgotten Gaskin, sappi che tutti i tuoi sforzi per vendere il merch sono apprezzatissimi…almeno da noi.

Hunter degli We The Kings e le interviste clandestine, ACAB.

Il Molise che continua a non esistere, così come Ric Viglioni.

Miley Cyrus.

Gli Gnarwolves e il loro basso a tre corde.

Gli Allister perché ci hanno fatto usare la wi-fi della green room del Borderline di Londra.

Kyle perché ha i bei denti.

I nostri tre Campbell preferiti: Greg, Dan e Glenn.

Ronnie Radke che ha madeato la nostra estate.

Jeemmee perché anche se non gliene frega un cazzo supporta con gli SpermBloodShit e Gianni Morandi.

I nostri fidanzati (Sara muoviti).

Michelino, che viene dal New Hampshire e ha dei tatuaggi orribili e discutibilmente virili ed oltremodo gay.

Pillo.

La scala da ADP a Flippin.

Luca Mazza, le saponette e l’invisibile.

Tutte le nostre band italiane preferite come gli Skylong: i 4th ‘N Goal, i Now.Here, i Just For Kicks, gli Atlantic Tides, i Dance! No Thanks, i Well Planned Attack, i The Compromise, The Electric Diorama, Inyan, ØJNE, The Plasters, I Regret, Leftovers, Cheers, Smart Mistake, Best Wish Ever e I One Direction.

Ghost Agency, Rude Records, JustAlive, Hub Music Factory, Hard Staff Booking, This Is Core, Music Promotion Crowd, Earshot Media, LabRecords, Count Your Lucky Stars, Shredful Promotion perché ci shippano di base e ci danno del lavoro.

Tutti quelli che abbiamo dimenticato di citare.

Roberta D’orazio, perché i suoi comunicati stampa sono una festa.

Live Photo Reports: non preoccupatevi, non facciamo a gara per pubblicare le cose prima di voi.

Chiunque ci abbia detto che quello che facciamo è megafigo, tutti quelli che hanno messo piede anche per sbaglio nel nostro magico sito, tutti quelli che ci hanno detto ciao nei bagni del Tunnel.

E per ultime, ma non meno importanti: le pizzette.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.