“Perché non si è ancora tolto la maglietta?” – Zebrahead @ Honky Tonky, Seregno 25-10-13

1375271_680149555337026_1994176295_nInnanzitutto ci scusiamo con i 4 season per essere riuscite ad entrare nel locale nel momento esatto in cui loro hanno concluso il loro breve set. Ci saranno altre occasioni amici, promesso. Si perché nella triste realtà italiana in cui nessuno si sbatte per andare ai concerti, se una volta nella vita capita che un locale piccolo sia quasi pieno si crea il delirio: tessere, moduli, biglietti, timbrini… è un lavoro duro ma qualcuno deve pur farlo, e chi non lo deve fare non può che aspettare il suo turno per entrare nel locale.

Non ho nemmeno molto da dire sugli States and Empires, sono una cattiva persona e tra il mettere i giubbotti in macchina, e attività social non ho prestato loro la dovuta attenzione (ma siccome ancora non mi pagano per quello che faccio posso ancora permettermi di essere poco professionale). Ho notato che forse erano un po’ troppo consapevoli del fatto che quasi nessuno li conoscesse e continuavano a ripeterlo, cioè ok che è vero però puoi anche non dirlo. In generale per quel poco che ho sentito comunque i loro pezzi erano orecchiabili e ritmati, in perfetta sintonia con la serata.

Parliamo ora degli headliner, diciassette anni di attività e nove dischi alle spalle, M*****F****** Zebrahead! Dopo i soliti motivetti simpatici che fanno atmosfera il quintetto californiano appare sul palco ed esplode come in uno spettacolo pirotecnico iniziando da “I’m just here for the free beer”, ultimo singolo estratto dall’album “Call Your Friends” per poi passare alle più consolidate “Hell Yeah” e  “Two Wrongs Don’t Make A Right But Three Rights Make A Left” – una grande festa per chi come me considera Phoenix il miglior disco della band, più tardi si aggiungeranno anche “Mike Dexter ecc.” e “Mental Health” alla lista – e continuare poi alternando brani nuovi, tratti dall’ultimo disco come la titletrack “Call Your Friends” e “Born To Lose” e dal precedente, come la titletrack “Get Nice!” e brani più datati, perfetti per accontentare chi è rimasto legato ai tempi di Justin Mauriello, per esempio le pietre miliari “Hello Tomorrow”, “Rescue Me” e “Falling Apart”. Non manca ovviamente il cavallo di battaglia della band “Playmate Of The Year” anche questa volta adattata al popolo italiano in “Figa Of The Year” ed un fantastico medley per ricordare “Panty raid”: “Who Let The Dogs Out/Girlfriend” cover di un certo livello artistico. L’importante è che tutti questi bei brani non solo sono stati eseguiti con un ottima energia, con l’intento di distruggere tutto saltando e dimenandosi e con un’ottima capacità della band di far sentire coinvolto anche l’uomo più triste del mondo, ma soprattutto sono stati scanditi dalla “Drinking Song” – adattata per ogni città toccata dal tour – accompagnata da Mark Kantor ed i membri della crew vestiti con abiti tipici bavaresi intenti in gare di bevute.Unica pecca in tutto questo sono stati i suoni fatti un po’ a casaccio, soprattutto nella prima parte.
Dopo che ci siamo divertiti, abbiamo fatto i circle pit, abbiamo bevuto eccetera è il momento dell’immancabile encore. Un paio di minuti a gridare “One More Song” e poi si ritorna sul palco per la drinking song seguita dalla tripletta “Mental Health”, “Sirens” e “Anthem” che conclude la serata con il sentimento giusto.

Ma non stiamo a disperare perché tutto è finito così in fretta, a meno che non succeda qualche catastrofe naturale possiamo essere certi che torneranno, perché gli Zebrahead amano l’Italia e l’Italia ama gli Zebrahead.

 

Scaletta:
I’m Just Here for the Free Beer
Hell Yeah!
Two Wrongs Don’t Make a Right, but Three Rights Make a Left
Call Your Friends
Postcards from Hell
Born to Lose  Falling Apart
Get Nice!
The Set-Up
Mike Dexter Is a God, Mike Dexter Is a Role Model, Mike Dexter Is an Asshole
Who Let the Dogs Out / Girlfriend
Playmate of the Year
Hello Tomorrow
Rescue Me

Mental Health
Sirens
Anthem 

1 commento su ““Perché non si è ancora tolto la maglietta?” – Zebrahead @ Honky Tonky, Seregno 25-10-13”

  1. per me che seguo gli zebrahead dal lontano 2004 (dopo averli scoperti nel videogame della wwe di quell anno) e sono diventati da allora la mia band preferita è sempre stupendo poterli vedere dal vivo! peccato solo per non essere riuscito a fare una foto con qualcuno di loro…
    però a riparare alla mancanza una pacca sulla spalla prima da ali poi da matty 🙂 avevo gia visto gli zebrahead al tempo a gualtieri (RE) e anche questa volta sono rimasto contento (nonostante le 2 ore e passa di macchina dalla provincia di mantova a quella di milano e fosse per me sarei andato anche a quella della sera dopo a pinarella ma per vari motivi non potevo…) quindi che dire da grande fan spero davvero che i prossimi anni torneranno ancora e se sarà possibile sarò li a vederli e a cantare insieme a loro quelle canzoni che mi hanno, e che mi tengono e terranno compagnia da sempre e per sempre 🙂
    un saluto
    BEN

    "Mi piace"

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.