“Too Weird To Live, Too Rare To Die” by Panic! At The Disco

Di Rita Vitiello
Panic-At-The-Disco-‘Too-Weird-To-Live-Too-Rare-To-Die’-Cover-Album-ArtSe conoscete i Panic! At The Disco sapete che i loro CD hanno sempre un sound completamente diverso rispetto ai precedenti, un po’ perché gli piace e un po’ perché sono sciocchini (se lo possono permettere). Già con Vices&Virtues ci avevano dato un assaggio di quello che sarebbe potuto succedere in un nuovo (insomma se vi aspettavate un ritorno alle origini potreste rimanere delusi).

Formato da 10 tracce che fanno tornare le vostre orecchie negli anni ’80, voci e suoni camuffati da aggeggi elettronici vi faranno lasciaranno di stucco. Il cd si apre con “This Is Gospel” e “Miss Jackson” i primi due singoli estratti che si scostano parecchio da quello che è lo stile generale dell’album, soprattutto “Miss Jackson” che sembra presa da un altro cd. Possiamo dire che la vera festa inizia con la terza traccia, “Vegas Lights” che già dai primi secondi ci porta davvero tra le luci di Las Vegas “the Vegas lightst he lies and affectations sensation we’re winning ‘til the curtain’s coming down“; in “Girl That You Love” la voce e i suoni sono più profondi, mettono quasi ansia “followed her followed her home“.

Una delle mie preferite è “Nicotine” che già dall’inizio fa esaltare tutte le orecchie del mondo è quella che forse si avvicina di più alle bonus track di Vices&Virtues, l’unica cosa che ci fa capire che è di questo album sono i suoni elettronici degni di Avicii, “so i say damn your kiss and the awful things you do, you’re worse than nicotine” .

Poi arriva la canzone del video che ha fatto invidia anche a Miley Cyrus, “Girls/Girls/Boys” è quella canzone di cui il senso non è ben chiaro, ma è bella comunque e che ti entra in testa con quel suo “girl love girls and boys […]  I am just a villain vying for attention from a girl who can’t decide and here’s the reason why” .

Con “Casual Affair” sembra di viaggiare nello spazio, sarà forse colpa del “lay in the atmosphere” nel ritornello oppure sono molto bravi a dare l’immagine di persone che fluttuano così un po’ a caso; entriamo nella parte sentimentale del cd con “Far Too Young To Die” le canzoni iniziano a farsi più lente “I’m chasing roller coasters I’ve got to have you closer now endless romantic stories you never could control me” e prima di dare la botta finale con le lacrime abbiamo “Collar Full” che ci fa tornare il sorriso e scatenare “you’ve got a pocket full of reasons why you’re here tonight so, baby, tonight just be the death of me” insomma, non vi fa venir voglia di scendere in pista e di ballare?!

Il cd si chiude con quella che, secondo me, è la nuova Hide And Seek. “The Ends Of All Things” da quella botta finale emotiva che tanto stavamo aspettando, la fa da padrone il pianoforte mentre il testo ( che è molto breve) da quello che ho capito è la promessa di matrimonio di Brendon, insomma emozioni che escono da tutte le parti “In these coming years many things will change but the way I feel will remain the same, Lay us down we’re in love“. Con queste parole si chiude un altro piccolo capolavoro dei Panic! At The Disco che non deludono mai, insomma possono mettersi a fare anche il liscio da sala che tanto fanno uscire un’opera d’arte.

VOTO: 5/5

1 commento su ““Too Weird To Live, Too Rare To Die” by Panic! At The Disco”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.