“Che belle che sono le festae di paese”

Di Una ex-wannabe sk8er che alle festae di paese ci ha suonato

 

Forse non tutti sono nati in un paese di provincia, ma quelli che lo sono, saranno sicuramente andati almeno una volta nella vita ad una di quelle simpatiche feste organizzate da un non ben identificato ente che fa parte del comune del vostro ridente paesello. Spesso queste feste assumono nomi quali “Festa della birra” o altri nomi fittizi che servono a confondere le giovani menti degli adolescenti. Ma quello che caratterizza principalmente questi eventi, sono sicuramente i personaggi che le popolano. Ve li vado ora ad elencare e descrivere.

Direi di partire dai soggetti più numerosi, ovvero gli pseudo-hippies con figli al seguito: queste persone sono riconoscibili dal tipico vestiario che viene direttamente dagli anni ’60 e dalle capigliature lunghe e fluenti (unisex). Ovviamente questi soggetti sono ormai sui 30-40 anni e hanno famiglia, quindi, perché non portare tutta la prole ed anche il loro amico a 4 zampe, in modo tale da rallegrare la serata a tutti i presenti? Ma andiamo oltre.

Gli altri tipi di persone che popolano questi eventi sono sicuramente anche i più pittoreschi, ovvero i 40enni-50enni con la bandana, vestiti di pelle (lasciamo perdere) e con cose a caso dell’Harley Davidson. Spesso raggiungono il luogo dell’evento cavalcando la loro Harley come se fossero sulla Route 66. La cosa simpatica è che spesso sotto la bandana c’è una palla da bowling che brillerebbe come una pallina di Natale sotto le luci artificiali dell’alberello. Dei pantaloni di pelle non voglio parlare, per favore. Tra tutti questi soggetti di mezza età, ci sono anche i soggetti sempre di mezza età che però mantengono un basso profilo per quanto riguarda l’aspetto fisico, perché, purtroppo, queste persone tentano di fare i 20enni e non ci riescono.In tutto ciò, si possono avvistare dei simpatici anziani che non hanno idea di dove si trovino, o che probabilmente sono lì per vedere i nipoti che di lì a poco calcheranno il palco.

Ma parliamo della parte giovane delle festae di paese. Tralasciamo i bambini che tanto son lì perché ce li hanno portati i soggetti sopracitati e non hanno colpe, esaminiamo dunque dei ragazzetti in età pre-adolescenziale che sono fondamentalmente tutti dei “wannabe sk8erz” e si abbigliano come tali. Ora, pochi di loro sanno cosa ci si fa con uno skateboard, ma poco importa, tanto più ti fai male più sei figo a quell’età. Ovviamente c’è anche la parte femminile in età pre-adolescenziale e sono anche le “wannabe girlfriends” degli “wannabe sk8erz”. Ovviamente non tutte, ce ne sono anche alcune che tengono alto l’orgoglio femminista e fanno anche loro le “wannabe sk8erz”, meno male.

Passando all’adolescenza, direi che ci sono sostanzialmente due tipi di soggetti: quelli che sono lì per sentire la musica e sognare di diventare anche loro delle rockstar da festa di paese un giorno, e poi ci sono dei soggetti non ben identificati se non come “non so cosa fare stasera perché sono troppo piccolo per andare a fare il tamarro in discoteca quindi vengo qua perché abito qui dietro”.Ma passiamo ora alla parte importante della serata: quella riguardante la live music delle festae di paese. A farla da padrone non sono, come si potrebbe pensare, i band members, no, i veri protagonisti sono i fonici, o meglio, persone che hanno un minimo di conoscenza del mixer ma che non si possono definire dei fonici (la celebre frase “Posso alzare il volume della chitarra da qua?” “Non lo so, te lo dico dopo” ne è la prova vivente). Già l’acustica non è certo delle migliori per via delle strumentazioni non certo professionali (oh cosa volete, ‘sti poveri ragazzi fan quel che possono, eh), se poi ci mettiamo anche dei soggetti che si improvvisano fonici, andiamo proprio bene. Ma vi vogliamo bene lo stesso. Ovviamente, le star della serata sono i band members, i quali potrebbero effettivamente fare i VIP della serata, solo che sono le persone più a posto che si trovano in questi eventi, quindi non lo fanno e regalano quasi sempre della buona musica dal vivo, anche se troppo spesso non vengono apprezzati in modo adeguato.Ma non è finita qua. Ci sono le morose e i morosi dei band members che fanno i VIP della serata. Come potrebbero mancare d’altronde?Per concludere questo articolo in cui affiora tutta la mia simpatia per i ridenti paeselli di provincia, vorrei dire che nonostante tutto e tutti, le festae di paese sono comunque utili, altrimenti non avrei mai conosciuto certe band.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.